rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cultura

"Il secolo d'oro del Rinascimento": l'ultimo saggio di Andrea Antonioli fa incetta di premi

Proprio in questi giorni Antonioli è risultato ancora una volta protagonista ottenendo un altro 1° posto assoluto al Premio Letterario internazionale “Assosinderesi” nella categoria saggistica

L'archeologo, storico e scrittore cesenate Andrea Antonioli, tesserato dell'Unuci di Cesena è riconosciuto da tempo come figura di spicco della Cultura della nostra regione, ma con i suoi progetti e i suoi libri, già da alcuni anni ha calcato gli scenari culturali a livello nazionale e internazionale. Proprio in questi giorni Antonioli è risultato ancora una volta protagonista ottenendo un altro 1° posto assoluto al Premio Letterario internazionale “Assosinderesi” nella categoria saggistica, uno dei premi letterari più in vista del panorama nazionale che ha una grande importanza proprio in quanto vede la sinergia dei più importanti agenti della cultura, del Business e del Networking italiani, per una cultura etica,

Dopo i numerosi primi posti conseguiti in altri concorsi nazionali e internazionali, l'ultimo dei quali nel mese di aprile a Firenze con il volume “Ramberto Malatesta. Mente sublime & Anima oscura”, Antonioli si è aggiudicato il 1° premio nella categoria saggistica con un altro suo best seller: “Il secolo d'oro del Rinascimento” edito dalla Newton Compton editori nel 2017. Questo risultato rappresenta certamente uno dei più importanti e prestigiosi per Antonioli e il definitivo salto di qualità perché la caratura dei partecipanti è stata di assoluto livello e la fama dell'autore è giunto ai vertici del panorama letterario che vedrà Antonioli protagonista di palcoscenici e interviste importanti. La presentazione dei partecipanti al premio Assosinteresi si è tenuta sabato 14 maggio nel meraviglioso Palazzo Arese Borromeo a Cesano Maderno alla presenza di una vasta platea in presenza e in diretta streaming, annoverando i migliori scrittori e autori in circolazione di narrativa e saggistica.  La giuria è stata presieduta dalla Dott.ssa Donatella Rampado, prima esperta in Italia a occuparsi del SelfBrand, che si è avvalsa come supervisori delle tre categorie di personaggi di grande caratura come il più volte candidato al Premio Nobel il Poeta Rodolfo Vettorello, il celebre filologo classico Orazio Antonio Bologna e l'Accademico emerito Hafez Haidar, presidente di diversi comitati per i diritti umani.

"È un risultato eccezionale – commenta Antonioli – che mi ripaga dei tanti sforzi prodotti in tanti anni di impegno e di metodica dedizione agli studi, grazie soltanto alla pura passione che nutro per la storia, la letteratura e, in generale per la cultura". Antonioli, Cavaliere al Merito della Repubblica italiana e insignito della massima onorificenza al merito dello Stato brasiliano di Santa Catarina per il suo prezioso operato nei campi culturale e sociale, è stato molto apprezzato e riconosciuto dalla giuria e dalla critica del premio milanese come figura di grande spessore, scrittore e autore di saggi storici, studi archeologici e artistici a livello nazionale.  Per le sue opere, i suoi progetti, ma anche per la sua autorevolezza, bravura e onestà intellettuale Antonioli è stato recentemente nominato fra i dodici Accademici prescelti di WikiPoesia, nonché Presidente onorario della medesima istituzione a livello mondiale.  Antonioli è anche coautore del progetto internazionale “Anita Fidelis” che valorizza la donna e la femminilità in ogni sua forma, declinazione ed espressione, portato avanti dall'U.N.U.C.I. con il Presidente Alessandro Ricci e il Consigliere Giampaolo Grilli, assieme al Centro Studi Olim Flaminia, di cui Antonioli è Presidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il secolo d'oro del Rinascimento": l'ultimo saggio di Andrea Antonioli fa incetta di premi

CesenaToday è in caricamento