menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Savio e i suoi affluenti non fanno più paura: tutti gli interventi in corso

Sono quattro i principali interventi in atto: la frana di Montevecchio, la frana di Borello, la regimazione delle acque del fiume Savio la manutenzione dei torrenti Cesuola e Casalecchio

Attualmente sono quattro i principali interventi in atto nell’area cesenate per la difesa idrogeologica del territorio: la messa in sicurezza della frana di Montevecchio, il consolidamento della frana di Borello, la regimazione delle acque del fiume Savio nel tratto a monte del Ponte Vecchio (che comprende la realizzazione delle aree di laminazione in zona Ca’ Bianchi e il risezionamento dell’alveo fluviale, con il rafforzamento degli argini), la manutenzione dei torrenti Cesuola e Casalecchio. Un quadro d’azione a largo raggio, che comprende sia la soluzione di problemi di notevole entità già presenti, sia misure di prevenzione, con un impegno economico complessivo che supera i 2 milioni e mezzo di euro.

A riferirlo sono il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Sostenibilità ambientale Francesca Lucchi, che nei giorni scorsi hanno fatto il punto della situazione con il responsabile del Servizio Tecnico di Bacino Romagna Mauro Vannoni e i suoi tecnici, e oggi hanno inviato una lettera all’Assessore regionale alla Difesa del suolo Paola Gazzolo per informarla dell’andamento dei progetti.

Ecco tutti gli interventi:

Dissesto in località Montevecchio

Il Servizio Tecnico di Bacino è intervenuto sul corpo di frana operando congiuntamente con il Comune per la realizzazione di una serie di opere di consolidamento del versante (rilevati in terra compattata, drenaggi e fossi di regimazione delle acque). Allo stato attuale il movimento franoso è stabilizzato, gli interventi realizzati in condizioni di emergenza hanno raggiunto l’obiettivo di ridurre apprezzabilmente il rischio. Data la particolare conformazione della frana, del terreno e del comportamento dello stesso sottoposto a imbibizione da piogge va considerata comunque la possibilità di ulteriore riattivazioni di colate di terra.

In considerazione di questo, il Servizio Tecnico di Bacino Romagna ha proposto un nuovo intervento programmato dalla Regione per un importo complessivo di € 350.000, oltre a lavori urgenti di pronto intervento attualmente in corso per una somma pari ad € 90.000. Inoltre, il Servizio Tecnico di Bacino sta avviando una convenzione con il CNR per un progetto sperimentale di rinaturalizzazione delle aree calanchive, che prevede un’area di studio proprio sul dissesto di Montevecchio.

Abitato di Borello

Nell’ottobre scorso sono stati avviati i lavori di un importante intervento di consolidamento del movimento franoso in località Borello. Il progetto è stato finanziato, nell’ambito dell’accordo di programma tra la Regione e il Ministero dell’Ambiente, per un importo complessivo di 730.000 euro. Sono previsti interventi di manutenzione straordinaria e diffusa sulle opere di difesa del suolo poste a protezione dell’abitato, per prevenire il dissesto idrogeologico.

3. Fiume Savio nel tratto dal Ponte Vecchio alla località Ca’ Bianchi

Vi sono due differenti filoni di intervento: la realizzazione di aree di laminazione del fiume Savio in località Ca’ Bianchi del Comune di Cesena con un iporto complessivo 600.000 euro. Allo stato attuale sono completati i lavori di sistemazione idraulica dell'area, per la realizzazione di una cassa di espansione (di estensione pari a circa 18 ettari) in località denominata Ca Bianchi, posta poco a monte dell'abitato di Cesena. Gli interventi – che hanno visto la realizzazione di un argine di protezione in terra, di uno sfioratore e di uno scarico, oltre a opere di ingegneria naturalistica e ripiantumazione di alberi – già permettono alla cassa di mitigare gli eventi di piena del fiume Savio. La potenzialità massima della cassa di espansione, pari ad una capacità di invasamento di circa 800.000 mc di acqua, sarà raggiunta non appena verranno realizzati i lavori di escavazione da parte dei privati. Parallelamente, si è realizzato un'area di notevole pregio ambientale inserita all'interno del Parco del fiume Savio.

Il secondo intervento è il risezionamento della sezione del fiume Savio con realizzazione di muri a difesa dell’abitato di Cesena per un importo complessivo di 700.000 euro. I lavori sono in gran parte completati ed hanno ricompreso: opere di tipo intensivo, nel tratto più urbanizzato del corso d'acqua, in sponda destra e in sponda sinistra, subito a monte del Ponte Vecchio, con la realizzazione di nuovi argini, il rialzo di argini esistenti, la costruzione di muri di contenimento idraulico in cemento armato(realizzati in sinergia con i privati confinanti), la messa in opera di scogliere in massi a protezione delle scarpate, valvole a clapet e opere accessorie; opere di tipo estensivo nel tratto più agricolo del corso d'acqua fino alla cassa di Ca’ Bianchi, con la sistemazione di argini esistenti e la predisposizione sugli stessi di sfiori protetti e localizzati al fine di favorire la formazione di aree di espansione naturale durante eventi di piena del fiume Savio. Sia in sponda destra che in sponda sinistra sono state realizzate adeguate opere di chiusura del bacino a maggior protezione dell'abitato.

Interventi sugli affluenti del fiume Savio: Casalecchio e Cesuola

Anche in questo caso, due sono i principali ambiti di intervento:

Lavori urgenti per migliorare l'officiosità idraulica dell'alveo del torrente Casalecchio in località Torre del Moro del comune di Cesena. Importo complessivo 90.000 euro. Sono in corso le procedure per la stipula del contratto per la realizzazione di opere di difesa in pietrame, nel risezionamento e svaso della sezione e nello spostamento dell'alveo in raccordo con il ponte sulla Via Emilia, al fine di migliorare lo smaltimento delle acque durante gli eventi di piena. In secondo luogo ci sono gli interventi di manutenzione del torrente Cesuola

Con i lavori di manutenzione annuale, sono state realizzate opere per la sistemazione di una frana a ridosso del parcheggio dell'Osservanza, oltre alla pulizia del tratto fino all'ingresso della tombinatura. Un intervento complessivo sul torrente Cesuola, redatto dal Servizio Tecnico di Bacino, è previsto nell'ambito del Piano Nazionale contro il dissesto idrogeologico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento