menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il ristorante a domicilio con il menu solidale, una zuppa per la Giornata mondiale del diabete

L’importo di ognuna delle tre portate previste, verrà interamente devoluto all’associazione Diabete Romagna

Dal 12 novembre fino al 30 novembre il ristorante “Zelus” di Sarsina proporrà un menù gourmet con protagonista la tradizionale “zuppa che fa del bene”, la “zuppa ghiotta” di legumi, prodotto solidale che per l’associazione Diabete Romagna rappresenta la Giornata Mondiale del Diabete, per sostenere la raccolta fondi a favore di adulti e bambini con diabete. L’importo di ognuna delle tre portate previste, vellutata di legumi, cardo e cavolo nero, zuppa di legumi, insalata di legumi e verdure, verrà interamente devoluto all’associazione Diabete Romagna. L’iniziativa, ideata prima delle nuove normative in ottica di contenimento dell’emergenza Covid-19 prevedeva la possibilità di ordine al tavolo e a domicilio, e continuerà nelle prossime settimane con la modalità da asporto, permettendo di ricevere direttamente a casa uno o più piatti proposti dal menu.
 
“Siamo molto vicini all’associazione Diabete Romagna e alla loro causa, sia come ristorante “Zelus” che come Misericordia di Sarsina. Per noi la Giornata Mondiale del Diabete è un appuntamento fisso che ogni anno ci vede presenti nella piazza di Sarsina con i prodotti solidali dell’associazione. Nonostante quest’anno abbia messo tutti noi a dura prova, crediamo proprio adesso non ci si debba fermare. Ora è necessario continuare a fare del bene e supportare iniziative solidali come quelle di Diabete Romagna. Sono iniziative che riguardano il benessere di tutti noi e permettono di sostenere progetti e servizi di cui tutti noi potremmo trovarci nella condizione di doverne beneficiare.” Paolo Rossi, titolare del ristorante “Zelus” e punto di riferimento della Misericordia di Sarsina.
 
Proprio durante l’anno dell’emergenza Covid-19 la solidarietà nei confronti di bambini, adulti e persone non autosufficienti con diabete non può fermarsi perché il diabete non può essere messo in attesa che questa emergenza sanitaria passi, perché il diabete che colpisce 78.000 persone in Romagna è un’emergenza nell’emergenza. Per questo, il ristorante “Zelus”, in collaborazione con la Misericordia di Sarsina, ha promosso questa nuova forma di iniziativa benefica a sostegno dei progetti dell’associazione Diabete Romagna, rinnovando il consolidato rapporto che lega la cittadinanza di Sarsina con l’associazione che opera a sostegno di adulti e bambini con diabete del territorio romagnolo.

 
“Siamo immensamente grati a Paolo Rossi, agli amici della Misericordia di Sarsina e del ristorante “Zelus”, all’amministrazione comunale e a tutti i cittadini di Sarsina con cui negli anni abbiamo costruito un legame profondo. In questi anni ogni persona che è passata per la Piazza di Sarsina ci ha aiutato a costruire un mondo in cui il diabete non abbia più il potere di decidere della vita di nessuno. In quest’anno così difficile, stanno tirando fuori il meglio di loro stessi per non far sentire la nostalgia della loro postazione solidale in Piazza Plauto in occasione della Giornata Mondiale del Diabete. E in un periodo così delicato quest’ iniziativa è per noi dimostrazione di enorme affetto e sostegno che ci dona speranza e ci fa sentire vicini”. Pierre Cignani, presidente Diabete Romagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento