Cronaca

Il percorso per riconoscere una relazione 'tossica'. Chiude al pubblico il Centro Donna, ma i servizi restano attivi

Si è concluso in questi giorni il progetto “In-dipendenza affettiva. Un percorso verso l’autonomia”, tenuto dalla Psicologa e Psicoterapeuta Mara Boni e dalla Psicologa Margherita Villa

Saper riconoscere le relazioni tossiche e di dipendenza affettiva. Si è concluso in questi giorni il progetto "In-dipendenza affettiva. Un percorso verso l'autonomia", tenuto dalla Psicologa e Psicoterapeuta Mara Boni e dalla Psicologa Margherita Villa, e inserito nell'ambito del progetto "Pianeta Genere Mappe e traiettorie alla scoperta di un femminile sconosciuto e di nuove rappresentazioni del maschile" presentato dal Comune di Cesena, con il supporto dell'Assessorato e dell'Ufficio Politiche delle Differenze, e cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna.

All'iniziativa, realizzata dalla Cooperativa LibrAzione, ente gestore del Centro Donna del Comune di Cesena, hanno preso parte dieci donne maggiorenni a cui sono stati forniti tutti gli elementi utili alla gestione di relazioni affettive disfunzionali e volti all'acquisizione di una maggiore autonomia, ma anche per far fronte al senso di solitudine e di isolamento acuito dalla pandemia da Covid-19. Il percorso infatti ha consentito di creare uno spazio di condivisione di esperienze ma anche di tessere nuove relazioni interpersonali.

Durante i quattro incontri stati esplorati gli elementi e i segnali di riconoscimento che caratterizzano e definiscono una relazione tossica e di dipendenza affettiva. Sono stati analizzati i significati annessi ai concetti di spazio, confini e bisogni personali, di coppia, e dei diritti umani all'interno delle relazioni intime. Il percorso ha offerto spunti di riflessioni e attività psicocorporee guidate sui propri stili di coping relazionale e sull'autostima, infine sono stati evidenziati gli aspetti propri di una relazione funzionale e i suoi ingredienti, un rapporto basato sul riconoscimento autentico dell'altro, coltivando sempre il rispetto verso se stessi e degli altri. Il gruppo delle partecipanti si è mostrato interessato e pronto a condividere storie personali che hanno rappresentato da un lato un patrimonio inestimabile di esperienze e narrazioni, dall'altro strumenti pratici attraverso i quali, grazie agli interventi delle esperte, rileggere e osservare il mondo delle relazioni affettive a partire dalle proprie esperienze personali.

Chiusura dello Sportello dal 9 al 21 agosto

Il Centro Donna del Comune di Cesena, i cui uffici si trovano in Via Aldini 26, chiuderà al pubblico da lunedì 9 a sabato 21 agosto. La riapertura all'utenza si effettuerà lunedì 23 agosto, dalle 9 alle 13, sempre previo appuntamento. Resta tuttavia operativo il servizio delle due linee telefoniche, 0547/355738 e 0547/355742, a cui le utenti possono rivolgersi per lasciare eventuali messaggi ed essere contattate dalle operatrici. Nel caso di emergenze si segnalano gli indirizzi utili di alcuni servizi che fanno parte della rete territoriale antiviolenza di Cesena, operativi nel periodo in oggetto, compatibilmente con i loro rispettivi giorni ed orari estivi di apertura e modalità di possibile contatto.

CONSULTORIO FAMILIARE AUSL

Piazza Magnani 147 - Cesena

0547/394232

SPORTELLO SOCIALE (per accesso ai servizi e agli interventi in campo sociale)

Piazzetta dei Cesenati n. 1 - Cesena (ingresso comunale lato Rocca)

Lunedì dalle 8,30 alle 13

Mercoledì dalle 8,30 alle 13

Giovedì dalle 13,30 alle 16,30

Accesso con biglietto prelevabile al Punto Accoglienza Sportello Facile (0547/356235)

POLIZIA DI STATO

Via Don Minzoni 350 - Cesena

0547/368911

CARABINIERI

Viale Giovanni Bovio, 181 - Cesena

0547/364000

POLIZIA MUNICIPALE

Via Natale dell'Amore, 19 - Cesena

0547/354811

PRONTO SOCCORSO - Ospedale Bufalini

Triage P:S: 0547/352500

Centralino Ospedale Bufalini: 0547/352111

Numero nazionale antiviolenza: 1522

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il percorso per riconoscere una relazione 'tossica'. Chiude al pubblico il Centro Donna, ma i servizi restano attivi

CesenaToday è in caricamento