Cronaca

Il partigiano ospite del laboratorio teatrale: "Ai giovani il compito di difendere la pace"

Le parole commosse del partigiano Sergio Giammarchi, che nella mattina di mercoledì 19 febbraio ha incontrato gli studenti del laboratorio di teatro

"Mi avete fatto un grande regalo, non avrei mai immaginato alla mia età di provare una gioia così grande" e poi "a voi giovani spetta il compito di difendere la pace, mai inneggiare alla violenza". Queste le parole commosse del partigiano Sergio Giammarchi, classe 1926, che nella mattina di mercoledì 19 febbraio ha incontrato gli studenti del laboratorio di teatro dell'I.S. Pascal Comandini di Cesena.

Gli alunni De Jesus Kevin, Luchian Gabriel,  Maione Lorenzo, Rossi Jeisson Andres, Forti Enrico, Aleksandrov Aleksandar Stanev, Bagnolini Christian, Ravaioli Matteo, Piferi Matteo,  Alfonso Michelle, Di Leonforte Gloria, Biondi Simone insieme ai docenti Vincenzo Morrone, Gabriella Montemurro e Chiara Ferriero stanno allestendo uno spettacolo teatrale proprio sulla vita di Sergio."E' Rudarè, una storia partigiana", liberamente tratto dalla biografia "Una storia partigiana" edizione Il PonteVecchio, è la trasposizione teatrale del racconto di formazione e di impegno politico di un giovane ragazzo di bottega (Sergio faceva l'arrotino con suo zio) che decide di salire in montagna, consapevole che il fascismo vada abbattuto in nome della libertà. Qui la sua vita si intreccia con quella del suo "maestro" e amico Adriano Casadei, di Silvio Corbari, Iris Versari, Arturi Spazzoli, Artibano Bulzoni e della gente contadina che non ha mai fatto mancare, anche nei giorni di lotta più difficile, il proprio sostegno ai partigiani. Poi il racconto prosegue con il ritorno a casa, l'abbraccio dei propri cari, il recupero della normalità per una città che cerca di ripartire a guerra finita. E alla fine c’è l'impegno di Sergio che da allora continua a testimoniare, con impressionante lucidità e forza d'animo, ciò che è stato, affinché rimanga vivo il ricordo della Resistenza e soprattutto il suo significato. 
In questa speciale occasione, Sergio, copione alla mano, ha assistito alle prove dello spettacolo fornendo utili consigli di “regia”, ma soprattutto una preziosa testimonianza di vita e di impegno che ha profondamente emozionato studenti e docenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il partigiano ospite del laboratorio teatrale: "Ai giovani il compito di difendere la pace"

CesenaToday è in caricamento