rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Il libro più bello del 2020? E' del cesenate Roberto Mercadini: "Ho battuto in finale l'ex direttore di Repubblica"

"Prima sono arrivato in semifinale con Carlo Rovelli, poi in finale con Mario Calabresi, ex direttore di Repubblica, vincendo anche questa sfida. Ancora fatico a crederci"

Il libro più bello del 2020? "Bomba atomica" di Roberto Mercadini, attore, scrittore cesenate, nonché divulgatore di argomenti scientifici o artistici, raccontati in modo coinvolgente ed efficace per spettatori di qualsiasi età. A decretare il successo del libro, che parla della storia della bomba atomica, è stato il prestigioso torneo letterario "Robinson", inserto culturale ideato da Giorgio Dell'Arti e supplemento del quotidiano Repubblica.

Il torneo arruola tra il pubblico una specie di giudici-lettori che abbiano voglia di partecipare, in modo volontario e indipendente, per leggere e giudicare i libri usciti nell'anno in corso per decretarne il più bello. Gli autori non sanno che il loro libro viene letto e giudicato, anzi, come nel caso di Mercadini, ne sono informati solo e se arrivano ai quarti di finale. E infatti alcune settimane fa è stato lo stesso Giorgio dell'Arti a telefonargli per comunicare la bella notizia.

"Non me l'aspettavo proprio - spiega Mercadini - Per me è stata una bellissima sorpresa anche perché quando sono stato informato che il mio libro era arrivato ai quarti di finale mi sono stati anche letti i titoli degli altri libri con cui ero in gara. Tutti, ovviamente, di grandi autori. Avete presente Alberto Angela, Mario Calabresi, Carlo Lucarelli? Oppure Alessandro D’Avenia, Massimo Gramellini, Stefano Benni, Andrea De Carlo, Roberto Saviano, Gianrico Carofiglio, Carlo Rovelli? Ecco, questi erano i miei concorrenti. Quale possibilità avevo di arrivare in finale? Praticamente nessuna. E invece prima sono arrivato in semifinale con Carlo Rovelli, poi in finale con Mario Calabresi, ex direttore di Repubblica, vincendo anche questa sfida. Ancora fatico a crederci".

E ora cosa accadrà? "So che Repubblica mi farà un'intervista molto ampia che uscirà probabilmente sabato prossimo - continua Mercadini - E per me questo è un regalo più importante di qualsiasi premio in denaro. Io, che finora non ho mai avuto visibilità sulle riviste letterarie e per molti lettori sono un perfetto sconosciuto, avrò qualche chance in più per farmi conoscere. E' un'ottima occasione per veder crescere anche questa mia attività di scrittore".  

Mercadini, che ricordiamo sta portando in tournée in tutta Italia i suoi spettacoli "Monologo da e su Shakespeare" e "Dante. Più nobile è il volgare”, è già pronto a uscire ad aprile con un altro libro su due "giganti" della cultura italiana: Leonardo da Vinci e Michelangelo. Ma sentiamo da lui qualche anticipazione. "Racconto la loro vita, parallela ma diversa - spiega Mercadini - Anzi i due artisti si sono scontrati spesso: sono stati in competizione, hanno litigato, sicuramente non si sono piaciuti. Ma entrambi, utilizzando due strade diverse, sono arrivati alla vetta del successo. Al di là dell'aneddotica, quello che faccio è analizzare la vita dell'uno con gli occhi dell'altro". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il libro più bello del 2020? E' del cesenate Roberto Mercadini: "Ho battuto in finale l'ex direttore di Repubblica"

CesenaToday è in caricamento