Il Grand Hotel diventa la Curva Mare, 400 tifosi alla "Notte Bianconera"

Una serata di festa con i giocatori chi si sono mischiati ai tifosi, tra foto e brindisi. Non sono mancati i cori classici del repertorio della curva bianconera

Foto Dalmo

Il Grand Hotel Da Vinci di Cesenatico ha fatto da suggestiva cornice alla "Notte Bianconera", la tradizionale festa organizzata dal Coordinamento Clubs Cesena. Almeno 400 i tifosi del Cavalluccio che non si sono persi l'appuntamento con i propri beniamini. Un ingresso con standing ovation per i calciatori che si sono sparpagliati nei tavoli occupati dai vari club: Tartari, Passatore, Ki Birichin, Lamone, Del Mare, Mazapegul, Settecrociari e Covo Pirati. Applausi per tutti, con i decibel più alti come sempre per il Capitano Beppe de Feudis, ma anche per mister Modesto. Presente alla serata anche il nuovo innesto del Cavalluccio: Giuseppe Marco Zampano, esterno destro svincolato dal Venezia, classe 1993, ha giocato con Modesto ai tempi del Crotone.

VIDEO: Playoff? Il Cesena ci crede: "Non siamo lontani"

Una serata moderata dallo speaker del Cesena calcio Sandro Base e da Daniele Magnani. "Il Coordinamento ha 47 anni di vita",  ha ricordato il presidente Omar Galassi. "Siete il motore della squadra, quest'anno avete alzato il livello della location", il plauso del presidente Augusto Patrignani. Impossibile non ricordare durante la serata Davide Montesi, grande tifoso del Cesena e tra i fondatori del Club "Ki Birichin" di Savignano, scomparso improvvisamente domenica notte: "Era un amico, era uno di noi", ha ricordato il presidente del club savignanese Tiziano Guerra.

Il vicesindaco Christian Castorri ha ricordato come "I cittadini vivono il Cesena tutta la settimana, non solo la domenica. La fase tritse e dolorosa è alle spalle ma non bisogna fare passi più lunghi della gamba". C'è anche tempo per un ricordo di Marco Pantani, presenti i genitori del Pirata che hanno ricordato come il campione fosse un grande tifoso bianconero.

Prende la parola anche Mister Modesto, che sul palco vuole con se anche il ds Pelliccioni: "Siamo una squadra giovane, e lo sono anche io, sono praticamente coetaneo di De Feudis e Agliardi. I giovani vanno gestiti anche fuori dal campo, e a volte coccolati. Siamo usciti da un momento di difficoltà grazie al gruppo, devo dire grazie ai giocatori perchè alla fine sono loro che vanno in campo e hanno messo una marcia in più".

Una serata di festa con i giocatori chi si sono mischiati ai tifosi, tra foto e brindisi. A tratti la sala del Grand Hotel è diventata la Curva Mare con i cori classici del repertorio bianconero. Non è mancata la tradizionale lotteria con tanti premi, e si è chiuso sulle note di Romagna Mia che proiettano la squadra verso la partita fondamentale di sabato contro il Fano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • Trasporto pubblico locale, sciopero di 24 ore del personale di Start Romagna

  • La stradina di campagna è stretta, il camion resta 'incagliato': arriva la Polizia Locale

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Con la mountain bike cade per 30 metri in un canalone: il Soccorso Alpino interviene con l'elicottero

Torna su
CesenaToday è in caricamento