Il governo promette agevolazioni sulle Accise, revocato il fermo dell'autotrasporto

Dopo aver esaminato Il Protocollo d’intesa che impegna il Ministero su tutte le altre criticità rappresentate nella piattaforma rivendicativa della protesta, le associazioni hanno revocato il Fermo nazionale dei servizi di autotrasporto

Revocato il fermo dell'autotrasporto previsto per lunedì prossimo. Gli organi decisionali del Coordinamento unitario dell’Autotrasporto Unatras, si legge in una nota, "hanno preso positivamente atto delle risposte ricevute dal Ministro Lupi, in particolare sul ripristino delle agevolazioni sulle accise e sulla riduzione del costo del lavoro Inail. Dopo aver esaminato Il Protocollo d’intesa che impegna il Ministero su tutte le altre criticità rappresentate nella piattaforma rivendicativa della protesta, hanno revocato il Fermo nazionale dei servizi di autotrasporto previsto per il prossimo 9 dicembre".

Le Associazioni dell’autotrasporto che costituiscono il Cuar, Fita Cna, Confartigianato Trasporti, Confcooperative, e Legacoop, "pur riconoscendo che con questo accordo non vengono risolte le difficoltà che quotidianamente affliggono gli autotrasportatori, ritengono opportuno revocare il fermo dei servizi di autotrasporto. Il mantenimento delle risorse economiche già riconosciute ai trasportatori in una fase così drammatica per la loro sopravvivenza era la condizione irrinunciabile che è stata riconfermata in maniera chiara e precisa".

Spiegano le associazioni: "La nostra responsabilità ci fa assumere una decisione utile al paese - che sta vivendo una situazione di drammatica emergenza - per evitare una pericolosa deriva e proclami irresponsabili che strumentalizzano l’autotrasporto per interessi diversi da quelli delle imprese. Il lavoro delle Associazioni dei trasportatori per monitorare il rispetto del Protocollo di intesa e gli interventi di semplificazione per le imprese proseguirà negli incontri al Ministero dei Trasporti. In tale contesto saranno valutate le soluzioni per il contrasto al fenomeno del cabotaggio abusivo esercitato da vettori esteri, che riducono il mercato delle imprese regolari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fita CNA, Confartigianato Trasporti, Confcooperative e Legacoop "esprimono la loro preoccupazione per eventuali proteste che potrebbero essere organizzate da sedicenti autotrasportatori “senza camion” o, addirittura, organizzati da gruppi estranei all’autotrasporto, e auspicano che le ragioni di chi intende protestare non prevarichino il diritto di circolare liberamente per gli autotrasportatori che non aderiscono alla protesta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento