Il Gal l’Altra Romagna esulta per il riconoscimento europeo dalla via Romea Germanica

All’interno di questo lungo percorso alcune tappe attraversano l’Appennino romagnolo, rappresentato da Cusercoli, Santa Sofia e Bagno di Romagna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

“Siamo davvero molto orgogliosi del risultato raggiunto dalla Via Romea Germanica, – dichiara a nome del CdA e di tutta la struttura il Presidente Bruno Biserni – a cui vanno le nostre più sentite felicitazioni e congratulazioni per l’impegno profuso. L’intero tragitto della Via Romea Germanica è pari a 2.200km e ha origine da Stade in Germania (Nord di Amburgo) e si conclude, passando per l’Austria, a Roma, dopo un percorso di circa 1100 km interamente in Italia, attraversando ben 6 Regioni Italiane: Trentino Alto Adige, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Lazio. All’interno di questo lungo percorso alcune tappe attraversano l’Appennino romagnolo, rappresentato da Cusercoli, Santa Sofia e Bagno di Romagna. “Sono anche riconoscimenti come questi ottenuti da Enti del territorio che gratificano e rafforzano ulteriormente la nostra mission di promozione e valorizzazione dell’Appennino Romagnolo, da anni incentrata sul turismo sostenibile e sulle attività legate alla sentieristica, all’escursionismo e all’aria aperta come lo dimostrano alcuni nostri progetti e bandi già conclusi” “Da parte nostra siamo fermamente convinti del valore sociale ancora prima che turistico-economico di cui i Cammini sono portatori, soprattutto in questo periodo di emergenza per l’intero Paese” “ E’ con questo intento – conclude il Presidente - che siamo firmatari del progetto di cooperazione regionale “Cammini”, all’interno del Programma si Sviluppo Rurale 2014-2020, insieme a tutti i GAL dell’Emilia Romagna, che ci vedrà impegnati a partire dai prossimi mesi nel contribuire a migliorare itinerari e percorsi sotto il profilo della mappatura e della ricognizione, dell’ospitalità, dell’enogastronomia tipica e della promozione e comunicazione, le cui azioni saranno rivolte alle Associazioni dei Cammini del nostro territorio, tra cui la Via Romea Germanica”

Torna su
CesenaToday è in caricamento