menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il freddo dall'Artico porta la neve di Santo Stefano sulle colline. Bora sulla costa e mare molto mosso

Sarsina si è svegliata sotto una leggera spolverata, mentre salendo di quota la neve è caduta sempre più fitta

Vigilia di Natale anomala con temperature oltre i 15°, Natale instabile e Santo Stefano con la neve. Tutto in 48 ore. La perturbazione, alimentata da aria fredda dall'Artico, è giunta nel cuore della nottata tra venerdì e sabato come annunciato nei giorni scorsi da Edoardo Ferrara, tecnico meteorologo certificato di 3bmeteo e dalla Protezione Civile dell'Emilia Romagna attraverso un'allerta meteo. I fiocchi bianchi hanno fatto la loro apparizione oltre i 300 metri: Sarsina si è svegliata sotto una leggera spolverata, mentre salendo di quota la neve è caduta sempre più fitta.

Fiocchi sul Verghereto, dove non vi sono stati particolari problemi lungo l'E45 complici la giornata festiva e le restrizioni anti-covid che limitano gli spostamenti. Pioggia in pianura, dove i pluviometri hanno registrato tra i 12 ed i 15 millimetri di precipitazione. Raffiche di Bora sulla costa, con mare molto mosso. A Cesenatico la raffica più intensa è stata di oltre 56 chilometri orari.

Nelle prossime ore si assisterà ad un rapido miglioramento delle condizioni atmosferiche, con tendenza ad ampie schiarite. Con il rasserenamento del cielo, le temperature minime sono attese in sensibile diminuzione, con brinate anche in pianura. Ma all'orizzonte incombe un nuovo peggioramento, che bagnerà l'inizio della nuova settimana. Ma questa volta la neve imbiancherà solo le cime più alte.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento