rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Solidarietà / Cesenatico

Il cuore della città batte alla Caritas di Cesenatico: sostegno a 200 famiglie con pasti, vestiti e assistenza

I volontari che lavorano sono 15, a turno e tutti pronti a donare il loro tempo e a dedicarsi a tutte le attività necessarie

La Caritas di Cesenatico continua nel suo lavoro prezioso, e silenzioso, a sostegno del tessuto sociale della città. I locali dell'ex scuola di Via Leone di Villamarina sono uno dei cuori del volontariato e sono stati trasformati e modellati per essere funzionali e pratici: magazzino per il cibo, frigo per mantenere gli alimenti in fresco e un reparto di abbigliamento curato e gestito nei minimi dettagli. C'è anche una zona dove vengono stipati e catalogati accessori per la casa, utili alle famiglie in difficoltà. I volontari che lavorano sono 15, a turno e tutti pronti a donare il loro tempo e a dedicarsi a tutte le attività necessarie. La Caritas assiste 200 famiglie di Cesenatico - qualcuna anche di Gatteo Mare - e svolge la sua attività sempre a stretto contatto con l'Amministrazione Comunale e i Servizi Sociali gestiti dell'Unione Rubicone e Mare. 

Contestualmente al lavoro della Caritas, e alle varie sedi parrocchiali dislocate sulla mappa cittadina, è attivo anche il servizio di mensa presso i locali della parrocchia di San Giacomo dove vengono serviti più di 50 pasti giornalieri, un numero superiore anche a realtà come quella di Cesena. Il sostentamento alimentare si basa sulla collaborazione con il Banco Alimentare di Imola, e anche nella giornata di oggi un camioncino si è recato in Emilia per tornare con una grande quantità di alimenti. Il reperimento dell'abbigliamento e dei "casalinghi" si fonda invece sulla generosità della cittadinanza. Il progetto "Emergenza Freddo" accoglie invece circa 20 persone presso le strutture ricettive della zona sotto il coordinamento di Ettore Rossi con i fondi del Comune di Cesenatico e dell'Unione Rubicone e Mare. 

"Uno dei pochissimi aspetti positivi dell'emergenza sanitaria che abbiamo vissuto è stato quello di portare agli onori delle cronache i tanti volontari che lavorano nel tessuto sociale dei territori - afferma il sindaco Matteo Gozzoli -. La Caritas di Cesenatico era una realtà prima del covid e lo è ancora adesso, con le criticità che sono di certo aumentate e spesso divenute più complesse. Questa mattina sono stato in sede a salutare il presidente Valerio Navarra e tutti i volontari: Cesenatico deve ringraziarli per quello che fanno, per il loro tempo e per il loro impegno. Sono a contatto con la parte più fragile e delicata della città e lo fanno sempre con l'animo e lo spirito migliore. Spesso non ce ne rendiamo conto, ma anche vicino a noi sono presenti tante famiglie in difficoltà e la rete, tra Servizi Sociali e Volontariato che si impegna per aiutare tutti in maniera seria e strutturata è una grande ricchezza". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cuore della città batte alla Caritas di Cesenatico: sostegno a 200 famiglie con pasti, vestiti e assistenza

CesenaToday è in caricamento