Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Il Comune di Cesena aderisce al Manifesto regionale della Comunicazione interculturale

In Emilia-Romagna opera una fitta rete di punti capaci di informare e orientare i cittadini migranti, favorendone la cittadinanza attiva

Per una comunità più accogliente e informata. Il Comune di Cesena, su indicazione della Giunta, aderisce al “Manifesto della Comunicazione Istituzionale Intercultuale”,  nato nell'ambito del percorso formativo “Comunicazione istituzionale interculturale” realizzato dalla Regione Emilia-Romagna e da Anci Emilia-Romagna e finanziato nell'ambito del progetto "Fami CaspER 2", che ha anche lo scopo di promuovere l'inclusione degli studenti stranieri e di qualificare e facilitare l'accesso dei cittadini stranieri al sistema integrato dei servizi territoriali.

Il documento, elaborato da giornalisti, comunicatori pubblici e da altri soggetti operatori del settore nella pubblica amministrazione, indica le linee guida per un percorso vitale di integrazione sul territorio regionale a partire dagli enti locali che hanno il dovere di lavorare per promuovere una società più equa e inclusiva capace di rispondere in maniera puntuale ed efficace ai bisogni di tutte e di tutti. “L’adesione al Manifesto - commenta l’assessore all’Integrazione Carmelina Labruzzo - significa assumere una visione strategica della comunicazione pubblica interculturale in grado di sostenere buone pratiche di informazione, ascolto, confronto e partecipazione fra le istituzioni e la cittadinanza per promuovere l’inclusione e la coesione sociale. La Regione coordina e sostiene i Centri interculturali, tra cui il nostro Centro gestito da Asp Cesena Valle Savio e aperto nel 1998 proprio per offrire opportunità di incontro, di informazione, di orientamento e di consulenza a donne e uomini immigrati”.

In Emilia-Romagna opera una fitta rete di punti capaci di informare e orientare i cittadini migranti, favorendone la cittadinanza attiva, l'incontro e il confronto sia tra di loro che con il territorio. Gli ambiti di intervento del Centri sono: educazione interculturale in ambito scolastico; formazione e sensibilizzazione sui temi dell'immigrazione, dei diritti umani, dell'educazione alla pace, del confronto interculturale e interreligioso; promozione di sviluppo di dinamiche relazionali fra associazioni e cittadini, italiani e stranieri; riconoscimento e valorizzazione del patrimonio culturale e delle consuetudini dei Paesi d'origine; riconoscimento e valorizzazione delle differenze per favorire l'incontro fra donne di diversa provenienza, l’attivazione di strategie di auto-aiuto e l’emergere dei saperi delle donne migranti; percorsi di accompagnamento al protagonismo sociale e culturale di giovani figli di immigrati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Cesena aderisce al Manifesto regionale della Comunicazione interculturale

CesenaToday è in caricamento