Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Il borgo di Calbano, "Luogo dal sapore schietto, romagnolo e genuino"

"Aria di fede, di tradizione, di un tempo passato che a Calbano ancora vive"

Domenica 19 gennaio, gli abitanti della città viciniana e delle parrocchie circostanti si sono ritrovati nell'antico borgo di Calbano, a sarsina,  a celebrare la festa di Sant’Antonio Abate.

"Calbano, - la riflessione di don Daniele Bosi -un luogo dove l’anima vuole stare. Il luogo dal sapore genuino, schietto, romagnolo, antico, profondo, accogliente, simpatico, altruista. Aria di fede, di tradizione, di un tempo passato che a Calbano passato non è… ancora vive. Eccome se vive. Un luogo dove gli abitanti sono propositivi, invece di stare a guardare si muovono, sistemano, riparano, conservano, difendono (mi balza alla mente il famoso episodio degli anni ’70 in cui segretamente erano stati portati a Sarsina i mobili antichi e quadri della loro chiesa per farne che? Posso immaginare.  Uomini di Calbano andarono giù a Sarsina (in quel “giù” traspira l’andare lontano, in un altro posto, in un'altra realtà pur fisicamente vicinissima) con “e schiop” pretendendo che tutto tornasse a posto, e così fu! (diversamente nello stesso periodo al Suffragio successe la stessa cosa ma purtroppo nessuno se ne accorse)".

"Quanto è lontano Calbano da Sarsina in linea d’aria? - si chiede don Daniele - 500 metri? No 500 chilometri o meglio 500 anni luce: un altro mondo, uno spaccato di usi, mentalità, abitudini così diversi dalla vicinissima cittadina. Una caratteristica questa, insolita, e incredibile: tutt’altra cosa rispetto al paese. Un agglomerato di casupole tutte addossate all’antico Castello, le cui origini arrivano all’età romana e addirittura all’età degli umbri: mattoni romani sono ovunque: inglobati nelle mura di cinta, nelle case, in pavimenti di alcune abitazioni e cantine. La cinta fortificata che racchiude il borgo sembra abbia difeso anche uno spirito, uno stile di vita, una genuinità un pochino selvatica che ha origini antichissime che si perdono nella notte dei tempi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il borgo di Calbano, "Luogo dal sapore schietto, romagnolo e genuino"

CesenaToday è in caricamento