Il bilancio dei primi due mesi di attività del Nucleo di Prossimità: 636 ore di servizio

Nel corso di questi due mesi sono state 636 le ore di presenza appiedata in centro storico, nell'ambito delle quali sono stati effettuati 297 “punti di contatto” con commercianti e residenti.

A due mesi dall’avvio del Nucleo di Prossimità, attraverso il quale la Polizia Municipale si è data l’obiettivo di rendere più semplice e diretto il dialogo con i cittadini, conoscere meglio i problemi del centro città ed intervenire più prontamente in caso di bisogno, è possibile tracciare un primo bilancio degli interventi svolti dagli agenti impegnati in centro storico. Nel corso di questi due mesi sono state 636 le ore di presenza appiedata in centro storico, nell'ambito delle quali sono stati effettuati 297 “punti di contatto” con commercianti e residenti. Durante gli stessi (si tratta di piccoli incontri, colloqui individuali o su appuntamento), cittadini e commercianti hanno fatto più segnalazioni agli agenti in servizio, spesso legate soprattutto ad alcune attività di accattonaggio molesto (concretizzatesi in 23 persone straniere identificate perché intente a chiedere l'elemosina in modo non molesto ed allontanate e 25 persone identificate e controllate), ad attività di commercio abusivo (che hanno prodotto 3 sanzioni, un sequestro di merce per commercio abusivo in centro e 4 rinvenimenti di merce abbandonata, fiori ed articoli di bigiotteria al da parte di venditori abusivi) e ad alcune abitudini di sosta incivili, per le quali sono state comminate 64  sanzioni  per sosta sugli attraversamenti pedonali, 33 per sosta sugli stalli riservati ai disabili e 13 sanzioni per soste sui marciapiedi. 

"Uno degli obiettivi - afferma il sindaco Paolo Lucchi - era contraddistinguere il Nucleo di Prossimità per la vicinanza ai cittadini ed al territorio, oltre che come punto di riferimento immediato in grado di produrre una reattività certa nell’intervento. Proprio per favorire la necessaria facilità di contatto, gli agenti di Polizia Municipale in servizio sono dotati di un numero di cellulare dedicato, al quale in questi due mesi i cesenati si sono rivolti in 20 casi, mentre in altre 40 occasioni la segnalazione è stata raccolta dalla Centrale Operativa, che ha prontamente allertato il Nucleo di Prossimità".

"Questi dati - conclude il sindaco - non sono da leggersi come punto di arrivo di un servizio nato in modo sperimentale, ma come prima base di valutazione per un’attività della Polizia Municipale che può certamente essere sviluppata ed incrementata. Proprio per questo, dopo la prima riunione dello scorso primo febbraio, giovedì prossimo incontreremo i commercianti del centro e le associazioni di categoria, per valutare anche insieme a loro l’impatto del servizio sul territorio. All’incontro, grazie al rapporto diretto con il Prefetto Fulvio Rocco de Marinis, che approva le scelte fatte nella nostra città, sono stati invitati anche i rappresentanti di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, che avranno così la possibilità di illustrare quale tipo di attività stanno conducendo in città".

Per contattare il Nucleo di Prossimità Centro storico della Polizia Municipale basta chiamare il numero diretto 340 394 4869. Il numero è attivo dalle 7 alle 19, dal lunedì al sabato, mentre dalle 19 alle 00.45 è possibile chiamare la centrale operativa della Polizia Municipale al numero 0547 354811.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porta un "Oktoberfest" a Cesena, dopo tanta 'cultura' in giro per l'Europa apre la birreria

  • Cesenatico, caccia all'affare: il Comune mette all'asta quattro case

  • Ospedale Bufalini, nuovo riconoscimento internazionale per la Neurochirurgia

  • Si cerca un nuovo proprietario per l'hotel, la base d'asta è 1,8 milioni di euro

  • Bloccarono i cancelli dell'azienda: "Per 14 lavoratori licenziamento definitivo, pronta la causa"

  • Pago e Rice tra gli attori, parte "Dittatura last minute": viaggio nella Romania di Ceausescu

Torna su
CesenaToday è in caricamento