Icarus strizza l'occhio alle imprese e a chi è in difficoltà

Si fa sempre più largo l'ipotesi di destinare i proventi delle multe, anche future, a chi è nella black list al sostegno delle imprese, al lavoro e alla tenuta sociale della città

Quelle telecamere sempre vigili e intolleranti per chi non ha il pass Ztl potrebbero strizzare l'occhio a chi è in difficoltà. Si fa sempre più largo l'ipotesi di destinare i proventi delle multe, anche future, a chi è nella black list al sostegno delle imprese, al lavoro e alla tenuta sociale della città. La proposta porta la firma della Uil, poi è arrivato il carico del Pd che presenterà un odg nel prossimo consiglio comunale. Lo stesso sindaco Lucchi ha detto di apprezzare le due proposte e di puntare a Icarus proprio per poter ridurre la pressione tributaria.

Lo ha affermato durante un incontro con le associazioni di categoria mercoledì sera. Intanto il Pd mette le carte in tavola. Presenterà nel prossimo consiglio comunale un ordine del giorno in merito all'utilizzo delle somme derivanti da Icarus. Obiettivo, impegnare sindaco e giunta ad utilizzare i proventi dalle multe già erogate e da quelle che saranno emesse in futuro per sostenere il sistema delle imprese, il lavoro e la tenuta del sistema sociale.

Intanto il sindaco Paolo Lucchi ha confermato che "il tema dei proventi di Icarus – ancora tutti da valutare, ovviamente, poichè la quantità di multe rilevata dal sistema è ancora totalmente incerta ed io personalmente mi auguro che in fretta prevalga il senso civico, riducendo il numero di coloro che amano il non rispetto delle regole e, così facendo, mettono a rischio la sicurezza di pedoni e ciclisti nel nostro centro storico – è finalmente rientrato nell’alveo giusto".

"Infatti, grazie all’iniziativa del capogruppo del Pd Fabrizio Landi, che ha presentato un apposito ordine del giorno, il confronto non avverrà più solo sulla stampa, ma si svolgerà ufficialmente all’interno dell’organismo che i cesenati nel 2009 hanno eletto per occuparsi delle scelte importanti e dell’orientamento amministrativo di Cesena: il Consiglio comunale".

"Lì il 22 aprile i Consiglieri potranno dire la loro e votare, orientando le successive scelte operative della Giunta. Io, personalmente, ritengo che le indicazioni fornite tra ieri ed oggi da Landi e da Giuliano Zignani, segretario della Uil, siano condivisibili. Ma esprimerò il mio parere, formalmente – come si deve fare – in Consiglio comunale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento