Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Ogni giorno Icarus "stacca" 90 multe, raccolto oltre un milione di euro

Da segnalare, inoltre, che circa i due terzi dei verbali validi sono già stati regolarmente pagati: infatti, sono 15.469 gli automobilisti che hanno saldato il conto, contro i 6.906 che ancora non lo hanno fatto

Sono 25.538 i verbali elevati dal sistema di videosorveglianza Icarus nei suoi primi 250 giorni di attività a pieno regime (cioè dal 25 marzo 2013, giorno di avvio dell’attività sanzionatoria, fino all‘8 dicembre). Eliminando i 3.163 annullati (nella maggior parte dei casi riferiti a pass invalidi per i quali non erano stati trasmessi correttamente i dati), ne restano oltre 22mila che indicano accessi irregolari alle zone a traffico limitato, con una media giornaliera che si attesta intorno alle 90 unità.

Da segnalare, inoltre, che circa i due terzi dei verbali validi sono già stati regolarmente pagati: infatti, sono 15.469 gli automobilisti che hanno saldato il conto, contro i 6.906 che ancora non lo hanno fatto. “Al momento non siamo in grado di indicare con esattezza l’importo esatto delle somme riscosse – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e gli Assessori alla Polizia Municipale Ivan Piraccini e alla Mobilità Maura Miserocchi – perché l’entrata in vigore, a settembre, della nuova normativa che decurta del 30% le multe pagate entro cinque giorni, ha introdotto una nuova variabile e sono ancora in corso i controlli per verificare la corretta applicazione della norma. In ogni caso, è stato sicuramente superato l’incasso di 1 milione di euro, dal momento che all’inizio di settembre, con poco più di 10mila verbali riscossi, la somma entrata in cassa ammontava già a 988mila euro. Come abbiamo più volte ribadito, e come ci ha chiesto il Consiglio Comunale, questa cifra rilevante è destinata ad alimentare altri investimenti a beneficio di tutta la città, sulla scia dell’intervento effettuato rendendo gratuite le prime tre ore di sosta all’ospedale, reso possibile proprio grazie agli introiti di Icarus”.

I dati relativi all’andamento dell’attività di Icarus sono fra quelli che l’Assessore allo Sviluppo del Territorio Matteo Marchi ha trasmesso al Consiglio direttivo di Zona A (la ‘cabina di regia’ del centro storico che riunisce, oltre al Comune, i vertici di Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato e CNA), insieme a quelli relativi alla disponibilità di sosta nell’area centrale e all’utilizzo dei parcheggi scambiatori. Questo materiale servirà per avviare un approfondimento specifico su questi temi, a partire già dalla riunione convocata per oggi.

Questa analisi arriva a un anno esatto dall’entrata in funzione delle otto telecamere di Icarus, installate in altrettanti punti di accesso alle Ztl di Cesena, che si sono accese per la prima volta il 17 gennaio 2013.

Nella fase di rodaggio, durata fino al 24 marzo 2013, il numero degli accessi sospetti registrò punte altissime (quasi il 60% del totale dei transiti registrati), con una media giornaliera che superava le 1500 unità. Il fenomeno si è fortunatamente ridimensionato – pur rimanendo su numeri consistenti - dopo l’avvio dell’attività sanzionatoria, partita il 25 marzo. Nelle due settimane successive a quella data, infatti, la media giornaliera degli accessi è scesa a 148 unità, e all’inizio di settembre una nuova rilevazione ha registrato un’ulteriore calo, con una media giornaliera che si aggirava intorno ai 100 verbali emessi. Il dato attuale, che registra circa 90 accessi irregolari al giorno, indica un ulteriore passo avanti nel rispetto delle zone a traffico limitato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ogni giorno Icarus "stacca" 90 multe, raccolto oltre un milione di euro
CesenaToday è in caricamento