rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Cesenatico

I Volontari della Croce Rossa incontrano il sindaco Buda

Durante le iniziative della Giornata Mondiale della Croce Rossa, l'Ispettore dei Giovani e il Commissario della Croce Rossa Italiana di Cesenatico hanno consegnato la Youth Declaration

Nel corso delle iniziative della Giornata Mondiale della Croce Rossa, l'Ispettore dei Giovani e il Commissario della Croce Rossa Italiana di Cesenatico hanno consegnato la Youth Declaration nelle mani del Sindaco del Comune di Cesenatico, Roberto Buda, e del Presidente del Consiglio Comunale, Angelo Soragni Junior. Durante l'incontro tenutosi in comune, l'Ispettore dei Giovani CRI, Luca Vernocchi, ha illustrato il documento redatto a Solferino, alla fine dello "Youth on the Move".

"Questa è la giornata dei volontari – dicono insieme l’Ispettore dei Giovani e il Commissario, Matteo Muratori, del Comitato Locale di CRI di Cesenatico in occasione della Giornata Mondiale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa - un giorno in cui 98 milioni di persone in tutto il mondo e 150 mila in Italia, sotto l'emblema della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, gridano al pianeta che i Sette Principi su cui questa organizzazione si basa sono quanto di più attuale".

Con i suoi obiettivi, propri non solo di una nazione ma di tutto il Movimento, la componente giovanile si è impegnata ad affrontare le sfide umanitarie del nostro tempo, che, ovviamente, necessitano della collaborazione di più attori, compresa quella delle istituzioni. In seguito è stato quindi posto in evidenza l'impegno che, tramite la Dichiarazione, i Giovani si sono assunti per una proficua collaborazione con le autorità locali al fine di agire sulle vulnerabilità presenti sul territorio, facendoli entrare in contatto con un documento dalla portata internazionale che racchiude in sé punti di partenza e di arrivo della nostra azione di volontariato.

“Volevamo portare avanti la nostra missione – dichiara l’Ispettore dei Giovani - cercando di trasformarci in agenti di cambiamento attivi nella nostra realtà locale e chiedendo alle autorità comunali di condividere con noi questa sfida umanitaria". Il presupposto di base per riuscire in questo obiettivo è l’inclusione di questi Giovani nei processi decisionali, in uno spirito di genuina collaborazione e per tale motivo è necessario avviare una collaborazione che si concretizzi anche come supporto pratico alle iniziative della Croce Rossa, come, ad esempio, la concessione di spazi e/o strutture comunali, il coinvolgimento dei ragazzi nei progetti dell'amministrazione per le fasce più deboli.

“Noi 46 Giovani della Croce Rossa Italiana di Cesenatico – continua Luca Vernocchi - siamo pronti ad affrontare queste sfide umanitarie del nostro tempo, traducendo in azione concreta i contenuti della "Dichiarazione della Gioventù", attraverso le diverse attività che portiamo avanti nella nostra realtà locale; ma, solo attraverso la sinergia con le istituzioni, sarà possibile lavorare e rendere il tutto possibile”. Al termine dell’incontro, il Sindaco di Cesenatico e il Presidente del Consiglio Comunale hanno elogiato l'azione dei volontari CRI e sottolineato l’importanza del ruolo di questi ragazzi. “Emozionante è stato aver visto riconosciuto il valore del nostro volontariato "puro", privo di alcun interesse economico e del nostro ruolo di agenti di cambiamento nelle nostre comunità” commenta l’ispettore. Momento culminante dell'evento è stata la firma del documento finale da parte del Sindaco e dell’Ispettore dei Giovani CRI, a simboleggiare l'inizio di una nuova collaborazione. Questi Giovani, sono davvero pronti ad affrontare la nuova sfida per "fare di più, fare meglio ed ottenere un maggiore impatto"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Volontari della Croce Rossa incontrano il sindaco Buda

CesenaToday è in caricamento