menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I siti Unesco e la Malatestiana finiscono in un'app

Un software per aprire lo scrigno dei tesori Unesco in Emilia-Romagna. La Regione, insieme al neonato comitato giovani Unesco, ha siglato martedì un protocollo d'intesa

Un software per aprire lo scrigno dei tesori Unesco in Emilia-Romagna. La Regione, insieme al neonato comitato giovani Unesco, ha siglato martedì un protocollo d'intesa per valorizzare, dal punto di vista sia culturale sia turistico, la aree e i siti protetti sul territorio emiliano-romagnolo. Il primo risultato di questa collaborazione e'' una app georeferenziata ("Maps4 You") che consente di conoscere tutti i luoghi Unesco della regione: Ferrara e il Delta del Po; Ravenna; Modena; la biblioteca malatestiana di Cesena; Bologna citta'' della musica; Parma citta'' della gastronomia; l''Appennino tosco-emiliano (riserva Mab). L''applicazione fornisce cartografia e indicazioni stradali per raggiungere i siti, schede e video descrittivi per i singoli monumenti, gli eventi in programma. In parallelo, e'' stata lanciata una seconda app ("Mobile young Unesco") per conoscere le attivita'' del comitato giovanile dell''organizzazione internazionale. L''intesa e'' stata siglata oggi in Regione dal governatore Stefano Bonaccini e dal presidente del comitato, Paolo Petrocelli. Il comitato conta a livello nazionale circa 200 giovani. A coordinare la delegazione regionale e'' l''assessore comunale di Bologna Nadia Monti, presente oggi insieme all''assessore regionale alla Cultura, Massimo Mezzetti, e alla presidente di Apt, Liviana Zanetti. (Agenzia Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento