rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca Longiano

I sindacati: "Carenza di personale e turni massacranti". Dichiarato lo stato di agitazione nella casa di riposo

"Più volte è stata sottolineata l’importanza di introdurre con la contrattazione di secondo livello tutele migliorative, anche retributive, che avrebbero reso la struttura più appetibile"

I sindacati Fp Cgil, Fisascat Cisl Romagna e Uil Fpl hanno dichiarato lo stato di agitazione per i lavoratori della Rsa Colle Carducci di Longiano.
I sindacati "denunciano da mesi le perduranti ed inaccettabili condizioni lavorative a cui sono sottoposti i lavoratori della struttura, stremati da una condizione di emergenza costante che prosegue da diversi anni: parliamo di un abuso di turni massacranti anche di 12 ore giornaliere, mancato rispetto delle undici ore di riposo giornaliero, turnazioni dell’ultimo minuto ed un regime di reperibilità non retribuito, ferie richiamabili, riposi mancati, l’utilizzo di doppie notti e doppi turni diventati una routine inaccettabile. Situazione certamente aggravata da una carenza cronica di personale che sta vivendo l’intero settore socio-assistenziale nel territorio cesenate", sottolineano Cgil, Cisl e Uil.

Proseguono i sindacati: "Più volte è stata sottolineata l’importanza di introdurre con la contrattazione di secondo livello tutele migliorative, anche retributive, che avrebbero reso la struttura più appetibile, ma al contrario si è preferito non prestare ascolto alle richieste delle Organizzazioni Sindacali. Le maggiori criticità si riscontrano nella carenza di personale infermieristico, figure professionali che garantiscono competenze essenziali in qualsiasi struttura in cui siano presenti ospiti fragili e che necessitano di una cura sempre meno assistenziale e più sanitaria, a cui si è cercato di rimediare attraverso scelte organizzative discutibili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sindacati: "Carenza di personale e turni massacranti". Dichiarato lo stato di agitazione nella casa di riposo

CesenaToday è in caricamento