I primi impianti elettrici nel garage di casa, l'imprenditore si racconta al Rotary Club

“La nostra strategia – ha proseguito Mauro Righi – è di creare un network legato a una visione comune dello sviluppo tecnologico e del futuro"

Mauro Righi si racconta al Rotary Club Cesena, guidato per l'annata in corso da Alessio Avenanti, docente all'Università di Bologna, con l'orgoglio di aver costruito un'azienda innovativa che occupa oltre 200 persone. 

“Sono un Imprenditore romagnolo, figlio di un capomastro e di una casalinga – ha ricordato Mauro Righi – con una sorella più giovane che si occupa della parte amministrativa e finanziaria del Gruppo Righi. Sposato con due figli, ho sempre avuto la passione per il mondo delle aziende e in particolare per l'innovazione e la creazione di valore. Il nostro gruppo opera nel mondo industriale fornendo impianti e tecnologie a servizio di processi industriali. Ad oggi sono presidente e maggior azionista del gruppo”. 

Quella di Mauro Righi è una storia di successi che parte da lontano. I primi impianti e quadri elettrici, venivano realizzati e progettati nel garage di casa. Alla fine degli anni '90 viene creata la società specializzata nell'impiantistica industriale e di produzione di energia rinnovabile. Negli anni a seguire i successi si sono moltiplicati e grazie anche a una serie di acquisizioni societarie il Gruppo Righi ha proseguito nella sua crescita: oggi ha vari sedi in Italia e opera in tutto il mondo occupando oltre 200 dipendenti con un indotto di 160 collaboratori e 30.000 sistemi funzionanti nel mondo, in grado di controllare a distanza dal centro servizi e assistenza presso la propria sede in Italia. 

“La nostra strategia – ha proseguito Mauro Righi – è di creare un network legato a una visione comune dello sviluppo tecnologico e del futuro. Una mentalità e una visione comune permette, a chi interagisce, di lavorare insieme raggiungendo mete impensate, il concetto "Vinciamo insieme" – ha spiegato – guida lo sviluppo e gli investimenti del gruppo Righi”. Tanti gli obiettivi che Mauro Righi ha in mente per il prossimo futuro e vedendo i risultati fino ad oggi raggiunti di certo riuscirà nel suo intento. Grande soddisfazione è stata espressa dai soci del Rotary Club Cesena, del quale Mauro Righi fa parte dal 2019, in particolare dal mondo universitario, ampiamente rappresentato durante la serata. 

Mauro Righi si racconta al Rotary Club Cesena, guidato per l'annata in corso dal Prof. Alessio Avenanti, docente presso l'Università di Bologna: orgoglioso di aver costruito un'azienda innovativa che occupa oltre 200 persone. “Sono un Imprenditore Romagnolo, figlio di un capomastro e di una casalinga – ha ricordato Mauro Righi – con una sorella più giovane che si occupa della parte amministrativa e finanziaria del Gruppo Righi. Sposato con due figli, ho sempre avuto la passione per il mondo delle aziende e in particolare per l'innovazione e la creazione di valore. Il nostro gruppo opera nel mondo industriale fornendo impianti e tecnologie a servizio di processi industriali. Ad oggi sono presidente e maggior azionista del gruppo”.

Quella di Mauro Righi è una storia di successi che parte da lontano. I primi impianti e quadri elettrici, venivano realizzati e progettati nel garage di casa. Alla fine degli anni 90' viene creata la società specializzata nell'impiantistica industriale e di produzione di energia rinnovabile. Negli anni a seguire i successi si sono moltiplicati e grazie anche a una serie di acquisizioni societarie il Gruppo Righi ha proseguito nella sua crescita: oggi ha vari sedi in Italia e opera in tutto il mondo occupando oltre 200 dipendenti con un indotto di 160 collaboratori e 30.000 sistemi funzionanti nel mondo, in grado di controllare a distanza dal centro servizi e assistenza presso la propria sede in Italia. “La nostra strategia – ha proseguito Mauro Righi – è di creare un network legato a una visione comune dello sviluppo tecnologico e del futuro. Una mentalità e una visione comune permette, a chi interagisce, di lavorare insieme raggiungendo mete impensate, il concetto "Vinciamo insieme" – ha spiegato – guida lo sviluppo e gli investimenti del gruppo Righi”. Tanti gli obiettivi che Mauro Righi ha in mente per il prossimo futuro e vedendo i risultati fino ad oggi raggiunti di certo riuscirà nel suo intento. Grande soddisfazione è stata espressa dai soci del Rotary Club Cesena, del quale Mauro Righi fa parte dal 2019, in particolare dal mondo universitario, ampiamente rappresentato durante la serata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 L'Università – come emerso dalle parole di Massimo Cicognani, anch'egli socio del Club cesenate e Presidente del Campus Universitario di Cesena – sta lavorando per rafforzare le collaborazioni con le aziende del nostro territorio e creare sinergie che mirino allo sviluppo di ricerca e innovazione e all'occupabilità dei nostri giovani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento