I luoghi della cultura di Cesena si trasformano in punti di riferimento per i percorsi didattici

A disposizione degli studenti per l’anno 2017-2018, più di duecento proposte di percorsi didattici messi a punto dall’Assessorato alla Cultura sulla base di un bando pubblico lanciato nel luglio scorso

Quest’anno gli scolari e studenti cesenati avranno molto da imparare: a loro disposizione per l’anno 2017-2018, più di duecento proposte di percorsi didattici messi a punto dall’Assessorato alla Cultura sulla base di un bando pubblico lanciato nel luglio scorso. Tra queste, visite guidate alla Biblioteca Malatestiana, laboratori teatrali, percorsi alla scoperta dei segreti della natura al Museo di Scienze Naturali, approfondimenti su cinema e immagini con i laboratori di Schermi & Lavagne e dell’Aula Monty Banks. E ancora un salto indietro nel tempo alla scoperta delle antiche civiltà con le iniziative del Museo Archeologico, una curiosa ricerca dei dettagli nei quadri della Pinacoteca, la scoperta della musica nei secoli al Conservatorio Maderna e tante altre iniziative.

Esprimono soddisfazione per gli esiti del bando il sindaco di Cesena Paolo Lucchi e l’assessore alla Cultura Christian Castorri, che dichiarano: “Distribuire percorsi didattici in più luoghi della città, dalla biblioteca ai musei passando per rocca e teatro, arricchisce allo stesso tempo studenti e città. Per gli studenti è un’occasione di apprendimento unica, perché possono imparare divertendosi ed entrando a contatto con luoghi che hanno ricoperto un ruolo unico per la storia di Cesena. D’altra parte anche la nostra città si valorizza, sottolineando il patrimonio storico perfettamente conservato negli anni nei suoi numerosi luoghi di cultura”.

Dei circa 200 percorsi didattici inseriti nella programmazione comunale, 15 sono programmati all’Aula Didattica Monty Banks – Percorsi di educazione allo sguardo, alle immagini e al cinema, 18 alla Biblioteca Moderna e 36 alla Malatestiana Antica,  39 alla Pinacoteca e 31 al Museo Archeologico, 4 a Casa Serra, 23 alla rassegna Schermi e Lavagne e 6 al Conservatorio Bruno Maderna, 15 al Museo di Scienze Naturali, 8 alla Rocca Malatestiana, 8 laboratori al Teatro Alessandro Bonci, 3 a Villa Silvia – Museo Musicalia, 15 all’ Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea di Forlì-Cesena.

Rientrano nella programmazione anche 3 Progetti speciali per la Scuola Secondaria di Primo e Secondo Grado: sono incentrati sulla conoscenza della Biblioteca Malatestiana i concorsi “La Biblioteca Malatestiana tra spazio e tempo” e “BibliotechiAmo” mentre “Incontriamoli” vuole far conoscere alla città le esperienze di eccellenza portate avanti dagli istituti di secondo grado di Cesena. Informazioni e moduli: www.comune.cesena.fc.it/cesenacultura/didatticamuseale - www.malatestiana.it Per prenotare, inviare l’apposito modulo a: didattica@comune.cesena.fc.it Per verificare la disponibilità delle date e per approfondimenti: Biblioteca Malatestiana tel. 0547 610892

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento