rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Sarsina

La notizia straziante di un figlio morto in guerra, la telefonata e il malore. Il sindaco: "La signora accudita da tanti cittadini"

Sarsina e l'Ucraina sono in questo momento unite nel dolore per una notizia che sabato mattina ha sconvolto tutto il paese

Ora Lyuba fortunatamente è stata dimessa dall'ospedale Bufalini dopo un dolore che deve essere stato straziante. "E' molto prostrata - fa sapere il sindaco Enrico Cangini - ma la cosa bella è che diversi cittadini la stanno accudendo in questi momenti di dolore". 

Verso l'Ucraina il camioncino della solidarietà

Sarsina e l'Ucraina sono in questo momento unite nella tragedia per una notizia che sabato mattina ha sconvolto tutto il paese, ed è rimbalzata su molti quotidiani nazionali. La donna, una badante ucraina in pensione che da tanti anni vive a Sarsina, ha ricevuto via telefono la tragica notizia della morte del figlio in guerra. Uno choc che ha portato la donna ad accusare un malore mentre si trovava in piazza Plauto, subito soccorsa dai presenti. Una notizia terribile, un figlio di 36 anni morto a causa di un attacco russo mentre provava a scappare dalla fabbrica in cui lavorava. La donna ha acquisito la cittadinanza italiana, è residente a Sarsina dal 2016, prima viveva a Mercato Saraceno.

VIDEO - "Chi può scappa dalla guerra"

Tutta la comunità sarsinate si è stretta attorno alla signora. Il Comune plautino ha esposto una bandiera dell'Ucraina sul balcone del Muncipio. "Azzurro come il cielo e giallo come i campi di grano - si legge sulla pagina Facebook del Comune - simbolo di pace e prosperità, i colori della bandiera Ucraina sventolano nel nostro Municipio come simbolo di solidarietà verso tutto il popolo Ucraino, ed in particolare i 17 cittadini Ucraini residenti nel nostro Comune. La guerra non è purtroppo lontana, poche ore fa abbiamo appreso di una nostra concittadina di origine ucraina che, per via di questa guerra nefasta, ha subito un grave lutto. A lei tutta la comunità si stringe in questo momento di dolore".

L'ostetrica dell'ospedale parte come volontaria

"A tutti i nostri cittadini ucraini -prosegue il post - va la nostra massima disponibilità per offrire loro tutto il supporto che l'amministrazione comunale può dare in questo momento tremendo per il loro popolo tramite i canali della Prefettura e della Farnesina. Possiamo solo immaginare cosa significhi avere i propri cari nel mezzo di un conflitto bellico di questa portata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La notizia straziante di un figlio morto in guerra, la telefonata e il malore. Il sindaco: "La signora accudita da tanti cittadini"

CesenaToday è in caricamento