"Gran Carro" smantella un'organizzazione mafiosa: indagini anche in provincia

L'operazione è stata condotta dai Carabinieri del Ros e del comando per la tutela agroalimentare, con il supporto in fase esecutiva dei comandi provinciali dei carabinieri territorialmente competenti

Ha interessato anche la provincia di Forlì-Cesena l'operazione "Gran Carro", condotta dai Carabinieri del Ros e del comando per la tutela agroalimentare, con il supporto in fase esecutiva dei comandi provinciali dei carabinieri territorialmente competenti, che hanno dato esecuzione ad una ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal tribunale di Bari su richiesta della locale procura distrettuale a carico di 48 soggetti indagati. Ad essere interessate dall'operazione sono state le province di Avellino, Bari, Brescia, Brindisi, Chieti, Foggia, Forlì Cesena, Imperia, Lecce, Napoli, Rimini, Salerno e Teramo.

Le accuse a vario titolo sono di "associazione di tipo mafioso, estorsione, riciclaggio, illecita concorrenza con minaccia e violenza, sequestro di persona a scopo di estorsione, detenzione illegale di armi ed esplosivi, truffe per il conseguimento di erogazioni pubbliche (anche con riferimento a quelle Ue) ed altri delitti tutti aggravati ex art. 416 bis. 1 c.p. per aver agevolato le attività di una organizzazione mafiosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

Torna su
CesenaToday è in caricamento