rotate-mobile
Cronaca

Mandata in Parlamento con i voti dei cesenati e della provincia, Saccani Jotti verso la carica di ministro dell'Università

Saccani Jotti, infatti, è stata candidata dal centro-destra come candidato di coalizione nel collegio uninominale alla Camera di Forlì-Cesena, sconfiggendo Massimo Bulbi del centro-sinistra

Il suo nome è stato tirato fuori direttamente da Silvio Berlusconi, martedì pomeriggio e dal seggio ottenuto nel collegio uninominale di Forlì-Cesena ora va verso il ruolo di ministro dell'Università. Le attenzioni della politica nazionale si sono concentrate su Gloria Saccani Jotti, dopo che nel pomeriggio di martedì il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi l'ha inserita, parlando ai giornalisti, tra i ministri sicuri di Forza Italia nel futuro governo di centro-destra, assieme a Antonio Tajani agli Esteri, Elisabetta Casellati alla Giustizia, Anna Bernini alla Pubblica Amministrazione e Gilberto Pichetto Fratin alla Transizione ecologica. Non molto nota, Gloria Saccani Jotti si trova in parlamento coi voti dei cittadini di Forlì e Cesena e della provincia.

Saccani Jotti, infatti, è stata candidata dal centro-destra come candidato di coalizione nel collegio uninominale alla Camera di Forlì-Cesena, sconfiggendo Massimo Bulbi del centro-sinistra. "Paracadutata" da fuori territorio, tranne una veloce comparsata (neanche annunciata) a Cesena, la candidata lombarda in quota Forza Italia, non ha mai fatto campagna elettorale attiva nel collegio locale in cui si è presentata, e di cui ora è rappresentante. 

Laureata in medicina e specializzata in anatomia patologica è nata a Reggio Emilia nel 1956 e vive a Milano. Insegna patologia clinica all'Università di Parma ed ha fatto parte del Consiglio di Amministrazione dell'Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) dal 2009 al 2013. E' stata anche membro del cda del Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) dal 2011 al 2018. Iscritta a Forza Italia, alle elezioni politiche del 2008 è stata candidata al Senato della Repubblica nelle liste del Popolo della Libertà nella circoscrizione Lombardia, ma non è eletta.  Alle elezioni politiche del 2018 è eletta alla Camera dei Deputati nelle liste di Forza Italia. È stata membro della VII Commissione cultura, scienza e istruzione.  Alle elezioni politiche del 2022 è stata infine eletta nel collegio uninominale Emilia-Romagna - 10 (Forlì) per il centrodestra (in quota FI) con il 40,37% dei voti (pari a 82.285 voti), superando Massimo Bulbi del centrosinistra (34,47%) e Paolo Pasini del Movimento 5 Stelle (9,26%). 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandata in Parlamento con i voti dei cesenati e della provincia, Saccani Jotti verso la carica di ministro dell'Università

CesenaToday è in caricamento