Gli studenti del Serra al Parlamento Europeo e alla scoperta dell'Alsazia

"L'Europa siamo noi, questa è la nostra casa", ha detto Zoffoli accogliendo i ragazzi

A compimento di un progetto formativo sulla Unione Europea, avviato in un incontro all'istituto tecnico economico Serra con l'europarlamentare Damiano Zoffoli, accompagnato dal collaboratore Alessandro Belluzzi, la classe 5 At indirizzo turistico, 28 studenti, ha visitato la sede del Parlamento Europeo a Strasburgo, ricevuta dall'on. Zoffoli e ha presenziato a una parte della seduta plenaria, dopo un incontro preliminare in cui è stato illustrato il funzionamento del Parlamento. Il professore di diritto Giovanni Boni, tra gli accompagnatori, aveva svolto in classi le lezioni dedicate al Parlamento Europeo.

"L'Europa siamo noi, questa è la nostra casa", ha detto Zoffoli accogliendo i ragazzi. Nel suo intervento ha insistito sulle ragioni alla base di un europeismo senza se e senza ma, anche se le domande degli allievi si sono soffermate sui punti critici del funzionamento della Ue, a partire dalla politica di accoglienza degli immigrati. Durante la seduta plenaria Gli studenti hanno ascoltato le comunicazioni con la cuffia e la traduzione simultanea in Italiano. La classe era abbinata durante la vista a una delegazione di studenti della Scuola per Interpreti di Forlì.

Nella seduta all'interno del panoramico emiciclo era all'ordine del giorno la proposta di includere anche le aziende del web nella proposta legislativa per l’istituzione di un regime unico europeo di tassazione delle imprese che operano in rete. Con la votazione del giorno dopo, è stato approvato il progetto di direttiva per la base imponibile comune consolidata per l’imposta sulle società, parte di una proposta più ampia che mira a creare un regime unico di tassazione delle imprese in Ue. L’Unione europea vuole in sostanza colmare i vuoti normativi che hanno permesso ad alcune società digitali e globali, come Google e Amazon. di ridurre drasticamente le proprie imposte, evitando di pagare le tasse dove generano i loro profitti. 

La visita della classe cesenate è proseguita negli splendidi locali della sede parlamentare. Il viaggio di istruzione ha compreso anche la visita al forte della linea Maginot a Lempach, oggetto di studio nel programma di Storia, la visita a Strasburgo e alla maestosa cattedrale gotica nonché il percorso della Route des Vins , da Colmar al capoluogo dell'Alsazia attraverso la visita dei paesi di Kayserberg, Riquewhir e Ribeauville e del castello di Haut-Kœnigsbourg . Simbolo di tutta la regione sono la cicogna bianca (un tempo ogni tetto aveva una cicogna residente) e le case a graticcio. Gli studenti della 5 A a indirizzo turistico sono stati particolarmente attenti all'offerta turistica dell'Alsazia, incentrata su storia, cultura, natura e gastronomia e alla sua promozione nelle agenzie turistiche.

"Obiettivo dell'istituto tecnico economico Serra è quello di riproporre gli anni venturi questo progetto di visita al Parlamento Europeo – rimarca il preside Paolo Valli - fornendo agli studenti un'opportunità di crescita culturale e di favorire da parte loro l'utilizzo delle opportunità per poter studiare e compiere esperienze formative nei paesi della Ue”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento