Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Va in Australia, impara un lavoro, torna e mette in piedi la sua impresa innovativa

Il ventiquattrenne Jacopo Grilli è andato in Australia, paese in cui ha vissuto per un anno, poi avuta una idea imprenditoriale ha messo in piedi la sua piccola azienda

La migrazione di giovani italiani verso terre straniere è un fenomeno in crescita negli ultimi anni, incentivato sicuramente dalla mancanza di opportunità lavorative in Italia ma, a volte, anche dalla volontà di vivere un’avventura. E’ stata proprio questa combinazione di motivazioni a guidare un giovane cesenate verso l’Australia, paese in cui ha vissuto per un anno e dove ha lavorato come tecnico riparatore di smartphone e tablet multiamarche.

L’esperienza estera di Jacopo Grilli, 24 anni, si è conclusa lo scorso anno ed ora, rientrato in patria romagnola per stare vicino alla famiglia, ha deciso di sfruttare appieno le conoscenze apprese avviando una sua impresa di riparazioni smartphone e tablet a domicilio. “Ho attrezzato un camioncino trasformandolo nel mio laboratorio mobile - spiega Grilli – in modo tale da poter raggiungere qualsiasi casa o ufficio in un raggio di 80 km dal centro di Cesena ed effettuare la riparazione seduta stante in tempistiche che vanno dai 15 ai 50 minuti a seconda dell’operazione”. L’attività si baserà sulle prenotazioni che i clienti potranno fare tramite un sito internet prenotando l’orario disponibile più comodo per loro, indicando l’indirizzo al quale sarà fatta la riparazione e scegliendo il metodo di pagamento a loro più congeniale tra quello con carte di credito e bancomat o in contanti.

“Il servizio sarà disponibile 7 giorni su 7, dalle 8 alle 20. Il vantaggio di poter comodamente prenotare online la riparazione e, soprattutto, di non doversi spostare per raggiungere un negozio specializzato è la motivazione principale che credo possa spingere il cliente a scegliere la mia impresa". Grilli ha voluto ribattezzare la sua impresa in onore alla sua esperienza australiana: "In accordo con il mio ex titolare australiano, ho scelto di chiamare l’attività SmartLab Italy – continua Grilli – in onore di SmartLab, il negozio dove ho lavorato in Australia e dove sono stato affiancato da un tecnico con un’esperienza nel settore di 15 anni da cui ho potuto imparare diverse tecniche di riparazione di apparecchi multimarche. Il marchio dell'azienda è già stato registrato e il sito internet, in cui sarà possibile prenotare le riparazioni e visualizzare il prezzo finale, sarà pronto tra pochi giorni, dopo di che partirà ufficialmente il progetto”.

Il cesenate punta già un occhio sul futuro: “se a Cesena prende piede – conclude – l’idea sarebbe quella di espandersi coprendo altre città. Trasformerei l’impresa in un franchising, offrendo a chi decide di lavorare con me l’opportunità di prevenire il rischio d’impresa acquistando un pacchetto con il marchio registrato e un corso di formazione per diventare tecnico riparatore”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va in Australia, impara un lavoro, torna e mette in piedi la sua impresa innovativa

CesenaToday è in caricamento