Cronaca

Giovane cesenate bloccata alle Mauritius dopo l'atterraggio di emergenza

Sono bloccati alle isole Mauritius, dopo che il loro volo intercontinentale che li avrebbe dovuti riportare a Roma ha fatto ritorno in aeroporto per un'avaria al motore

Sono bloccati alle isole Mauritius, dopo che il loro volo intercontinentale che li avrebbe dovuti riportare a Roma ha fatto ritorno in aeroporto per un'avaria al motore, dopo un'ora che era decollato. E' la disavventura che una cesenate e due persone di Riccione stanno vivendo, assieme ad altre decine di italiani, all'aeroporto di Plaisance, il principale delle splendide isole dell'Oceano Indiano, al largo delle coste del Madagascar. Il volo charter Meridiana IG 3811 diretto a Roma, dopo essere partito lunedì mattina alle 12,20, ha dovuto far rientro nello stesso aeroporto Seewoosagur Ramgoolam, per un atterraggio di emergenza. 

Oltre alla comprensibile preoccupazione per trovarsi in volo con un motore in avaria, per i passeggeri che tornavano in Italia si è aperto ora il calvario del ritorno. “Al rientro in aeroporto, ci hanno informato che, oltre all'avaria del motore, bisognava intervenire su freni e pneumatici del carrello, in quanto danneggiati dall'atterraggio a pieno carico – spiega contrariata la giovane cesenate -. Poi nessuno ci ha dato più informazioni certe sulla ripartenza”. I passeggeri sono stati tenuti per 14 ore in aeroporto, con la promessa di una ripartenza entro la sera, ma a mezzanotte sono stati mandati in hotel. E martedì mattina ancora nessuna informazione certa. Il rientro dell'aereo, con l'applicazione dei dispositivi per gli atterraggi di emergenza, ha causato anche dei rallentamenti al traffico aereo delle Mauritius. "Martedì mattina ci hanno fatto rientrare in aeroporto in fretta e furia, ma ancora nessuna certezza sulla ripartenza", conferma la cesenate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane cesenate bloccata alle Mauritius dopo l'atterraggio di emergenza

CesenaToday è in caricamento