Rapina un gruppo di ragazzi dopo la festa, tradito da una foto: finisce in manette

Ha affrontato il gruppo di tre giovani che si sono visti minacciare con una chiave e ha preteso il costoso smartphone. Per prenderselo ha pure spintonato il proprietario

Ha aggredito un gruppetto di giovani per rubare un Iphone 6 e per farlo non ha esitato a minacciarli brandendo la chiave più lunga di un mazzo di chiavi che aveva in mano ed infine spintonare il proprietario del telefonino per guadagnarsi la fuga. Fuga che però è durata poco: i carabinieri di fatto lo attendevano sotto casa, a Gambettola, e quando lo hanno visto rincasare hanno recuperato il telefonino. E' la rapina che si è verificata nella notte tra domenica e lunedì nella zona dell'ippodromo dove era in corso una festa.

Intorno alle 2 di notte dall'oscurità si è fatto avanti un giovane, con una felpa a maniche corte e cappuccio calato in viso. Ha quindi affrontato il gruppo di tre giovani che si sono visti minacciare con una chiave e ha preteso il costoso smartphone. Per prenderselo ha pure spintonato il proprietario. Tuttavia con prontezza la fidanzata ha individuato il possibile rapinatore, rinbalzando di profilo in profilo su Facebook, in quanto aveva un vago ricordo di quel viso e, assieme all'immagine di una vicina telecamera di videosorveglianza, è subito scattata la caccia all'uomo, ad opera dei carabinieri della compagnia di Cesena e dei poliziotti del Commissariato di Cesena. Numerose pattuglie hanno lavorato all'unisono per battere palmo a palmo la zona, fino a quando quel volto non è stato riconosciuto da un carabiniere che si è ricordato di aver avuto a che fare con un giovane con quelle sembianze.

I militari sono quindi andati sotto la casa del giovane sospetto, un ucraino di 21 anni, residente con la famiglia a Gambettola, e qui lo hanno trovato con lo smartphone ancora con sè, del valore di circa 500 euro, che è stato recuperato e restituito al proprietario. Il giovane è stato quindi arrestato per il reato di rapina, processato per direttissima e condannato a 1 anno e 4 mesi di carcere. La pena è stata sospesa in quanto incensurato da condanne definitive, e lui rimesso in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento