Cronaca

Giorno della Memoria, Cesena ricorda con un ricco calendario di appuntamenti

Primo appuntamento al Palazzo comunale del Ridotto e pomeriggio di approfondimenti a cura dell’istituto storico, della Biblioteca Malatestiana e di Ert Fondazione

Il 27 gennaio si celebra in tutto il mondo il Giorno della Memoria: viene ricordato il 27 gennaio 1945 quando le truppe sovietiche dell'Armata Rossa arrivarono al campo di concentramento di Auschwitz svelando al mondo l'orrore della “fabbrica della morte”, uno dei luoghi del genocidio nazista, liberandone i pochi superstiti. Per celebrare questo appuntamento il Comune di Cesena per l’intera giornata di domani proporrà una serie di focus di approfondimento e di iniziative istituzionali.

Alle 10,30, nel corso di una cerimonia ridotta, l’Amministrazione comunale ricorderà le persecuzioni e lo sterminio del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti con la posa di una corona alla lapide del Palazzo del Ridotto dedicata ai concittadini ebrei deportati negli anni 1943-1944. Più tardi, alle 11, il Sindaco Enzo Lattuca e l’Assessore alla Cultura Carlo Verona si sposteranno in Piazza del Popolo, sotto il porticato di Palazzo Albornoz, per inaugurare la bacheca dedicata alle donne che cucirono la Bandiera della Pace per l’occasione donata dalla Fondazione Radici della Sinistra al Comune. All’evento prenderà parte il Centro Pace di Cesena.
Il pomeriggio sarà all’insegna dell’approfondimento. Alle 15,45, sulla piattaforma Zoom Meeting, prenderà avvio l’incontro organizzato dall’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Forlì-Cesena “CON GLI OCCHI DI VASILIJ GROSSMAN. Shoah e guerra sul fronte orientale da Stalingrado a Treblinka” in cui il professore Francesco Maria Feltri avvierà un percorso visivo commentando una sequenza di immagini storiche legate al periodo della seconda guerra mondiale. La videoconferenza è aperta a tutti fino a massimo 90 partecipanti (la partecipazione è valida ai fini della formazione degli insegnanti). Per partecipare sarà obbligatorio iscriversi prenotandosi presso istorecofo@gmail.com.

Alle 18,30 si apriranno virtualmente le porte della Biblioteca Malatestiana con l’incontro “I manoscritti di Auschwitz” che andrà in onda sulla pagina Facebook della Biblioteca Malatestiana. Alcuni ebrei delle squadre speciali, addetti al lavoro nelle camere a gas, nelle pause dalla loro terribile attività trovarono la forza di scrivere. Essi sotterrarono i propri manoscritti all’interno di borracce e stoviglie, che furono poi ritrovati al termine della guerra. Giliola Barbero, Direttrice della Biblioteca Malatestiana, introdurrà la conferenza di Carlo Saletti, editore di questi testi in Italia, valorizzando il ruolo della scrittura a mano nella trasmissione dei saperi, oltre ogni tipo di censura. L’incontro sarà introdotto dall’Assessore alla Cultura Carlo Verona.

Due gli appuntamenti per la serata. Alle 21, sulle pagine Facebook di ERT Fondazione, del Teatro Bonci, del Comune di Cesena e su ERTonAIR, andrà in onda “Biblioteca Memoria”. Ci riguardano ancora le memorie del passato? Ci riguardano ancora le memorie del passato? Cosa possono insegnare quelle storie alle giovani generazioni? Queste sono le domande che hanno guidato il percorso laboratoriale di Biblioteca Memoria condotto dagli attori della Compagnia permanente ERT Fondazione con quattro classi delle Scuole Medie e Superiori di Cesena. Un percorso di lettura, confronto e riflessione attraverso testi di autori che raccontano in modo intimo e profondo storie legate all’Olocausto: Piotr Cywinski, Primo Levi, Ana Novac, Daniela Padoan, Liliana Segre e la testimonianza di un nonno partigiano. Il 27 gennaio, in occasione della Giornata Mondiale della Memoria, in prima visione per tutti i cittadini e in particolar modo per le scuole, viene presentata una restituzione in video di una selezione di brani tratti da questi libri, letti ad alta voce dagli studenti e raccordati da interventi degli attori della Compagnia permanente. Una biblioteca vivente per rivivere, grazie alle più giovani generazioni, le pagine della letteratura di un passato che abbiamo il dovere di non dimenticare. L’evento sarà trasmesso in prima visione sui canali del Comune di Cesena, sulle pagine Facebook di ERT Fondazione, del Teatro Bonci e di EmiliaRomagnaCreativa e su ERTonAIR.

Sempre alle 21 su Teleromagna (canale 14) andrà in onda il docufilm “Li hanno portati via”. Il documentario, a cura di Mattia Alberani, sarà preceduto da un approfondimento su Teleromagna a cura del giornalista Fulvio Zappatore. La messa in onda sarà replicata alle 23 su TR24 (canale 11).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno della Memoria, Cesena ricorda con un ricco calendario di appuntamenti

CesenaToday è in caricamento