Cronaca

Giorni di speranza nella casa di riposo, con l'aiuto della fondazione arriva la "stanza degli abbracci"

“Prima delle vacanze natalizie è stata allestita la “Stanza degli abbracci” in cui è stato possibile, rispettando un piano rigoroso con l’osservanza di tutte le disposizioni di sicurezza, far sì che i parenti degli anziani ospiti potessero visitare i loro cari"

Giorni di speranza e di fiducia per la CRA “La Meridiana” di Sant’Andrea in Bagnolo di Cesena gestita dalla Cooperativa Sociale “Il Cigno”, che ospita 44 anziani non autosufficienti.

“Prima delle vacanze natalizie - comunica il direttore Anna Grazia Giannini  - è stata allestita la “Stanza degli abbracci” in cui è stato possibile, rispettando un piano rigoroso con l’osservanza di tutte le disposizioni di sicurezza, far sì che i parenti degli anziani ospiti potessero visitare,   i loro cari durante le festività, con grande reciproco beneficio, in stretto raccordo con i nostri operatori di assistenza impegnati da molti mesi in un’opera eccezionale di accompagnamento alle persone ospitate in struttura”.

“Dobbiamo ringraziare la Fondazione Fruttadoro Orogel - prosegue Annagrazia Giannini - che ha  sostenuto  tutte le spese relative all’acquisto della “Stanza degli abbracci” confermando come siano decisivi, per la rafforzare la coesione sociale, ancor più in questa complessa traversata della pandemia, la collaborazione e il sostegno tra i vari attori sociali ed economici del territorio. Si è trattato di un gesto di grande sensibilità che, oltre al sostegno economico in sè, testimonia la vicinanza della Fondazione Fruttadoro Orogel alle strutture di assistenza impegnate in prima linea a fianco dei loro anziani. Questo spazio dentro la struttura, luogo della vicinanza affettuosa nelle modalità consentite dalla attuale situazione e quindi nel pieno rispetto delle norme anti-contagio, sta rivelandosi molto importante a livello psicologico per i nostri anziani e i loro familiari e ha reso più calde e fiduciosi i giorni natalizi. La successiva vaccinazione dei primi giorni dell’anno all’interno della struttura ha contribuito ulteriormente a rafforzare il clima di fiducia e di speranza per affrontare il nuovo anno appena iniziato, che confidiamo possa essere quello della sconfitta del virus e della riappropriazione piena delle nostre vite, dei rapporti e delle relazioni nella loro interezza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorni di speranza nella casa di riposo, con l'aiuto della fondazione arriva la "stanza degli abbracci"

CesenaToday è in caricamento