Cronaca

Giornata Mondiale della bicicletta, gli studenti della scuola media celebrano il mezzo più sostenibile

Gli studenti della Scuola secondaria di Primo grado di “Viale della Resistenza”, insieme ai loro insegnanti e al dirigente Marco Ruscelli, hanno festeggiato il mezzo di trasporto più sostenibile di sempre

Tutti a scuola in bicicletta. Giovedì mattina, in occasione della Giornata mondiale della bicicletta che si celebra annualmente il 3 giugno su iniziativa delle Nazioni Unite, gli studenti della Scuola secondaria di Primo grado di “Viale della Resistenza”, insieme ai loro insegnanti e al dirigente Marco Ruscelli, hanno festeggiato il mezzo di trasporto più sostenibile di sempre elencando tutte le attività svolte nel corso dell’anno scolastico appena concluso e legate alla ciclofficina e inaugurando un percorso espositivo tematico.

Viale della Resistenza ha deciso di investire sull’utilizzo della bicicletta e di promuoverne la diffusione per il suo potenziale educativo, anche tramite la realizzazione della nuova ciclofficina scolastica inaugurata lo scorso settembre, e di una serie di azioni progettuali relative alla cultura delle due ruote. Studenti e insegnanti hanno eseguito interventi di semplice manutenzione alle biciclette tramite la collaborazione con un ciclista professionista e l’individuazione di alunni “esperti” nelle classi; hanno organizzato, in compagnia di genitori e insegnanti e in collaborazione con la scuola ciclistica Bad Skull di Cesena, uscite didattiche a Cannuzzo, lungo l’asse del fiume Savio, a Fosso Ghiaia, Lido di Dante e Classe; e hanno dato vita a un concorso interno per l’elaborazione di un poster sul tema della sostenibilità ambientale e l’utilizzo della bicicletta con una esposizione pubblica di tutti gli elaborati prodotti dalle classi II D e II O inaugurata questa mattina alla presenza dell’Assessora alla Mobilità Sostenibile e Viabilità Francesca Lucchi.

“Spostarsi in bicicletta in ambito urbano – commenta l’Assessora alla Mobilità sostenibile e Viabilità Francesca Lucchi – è una buona e sana abitudine che va appresa fin da bambini e che rende le nostre città più vivibili e amiche dell’ambiente. A questo proposito, il nostro obiettivo è di creare tra i più giovani e sull’intero territorio comunale i presupposti per una cultura degli spostamenti che vada a favorire l’ambiente riducendo il più possibile le emissioni di CO2 nell’aria. Gli studenti della scuola di Viale della Resistenza nel corso di questo anno scolastico, grazie al supporto e all’accompagnamento continuo dei loro insegnanti e delle loro insegnanti e del dirigente scolastico Marco Ruscelli, hanno dato vita a una ricca programmazione di iniziative coronata dall’avvio della prima ciclofficina scolastica realizzata nell’ambito del progetto ‘Cambiamomarcia’, il programma sperimentale nazionale di mobilità casa-scuola e casa-lavoro cofinanziato dal Ministero dell’ambiente, a cui come Comune abbiamo aderito. Pedalare – prosegue l’Assessora – rappresenta un’abitudine quotidiana fondamentale, per questa ragione la ciclofficina di Viale della Resistenza potrà essere utilizzata anche da altre scuole e replicata in futuro in ciascun quartiere per creare una rete di ciclofficine con lo scopo di sensibilizzare i nostri ragazzi alla passione per le due ruote”.

“Viale della Resistenza – commenta il Dirigente scolastico Marco Ruscelli – coglie l’occasione per ringraziare il Comune di Cesena senza il cui prezioso contributo, nell’ambito del progetto Cambiamomarcia, la ciclofficina non si sarebbe potuta realizzare. La collaborazione con l’Amministrazione comunale è stata importante ed imprescindibile, e ha nei fatti dimostrato che le visioni educativo-didattiche della scuola, e le esigenze di promozione di politiche ‘sostenibili’  da parte dell’ente locale, possono generare percorsi di indubbia qualità se adeguatamente condivise e sviluppate”. 

Il progetto della ciclofficina nasce dalla necessità condivisa tra il Comune di Cesena e la scuola di Viale della Resistenza di poter disporre di una struttura di appoggio per realizzare con i ragazzi e le ragazze attività pratiche e palestre all’aperto legate alla cultura delle due ruote. Nello specifico, quest’opera si inserisce nell’ampio ventaglio di attività di “Cambiamomarcia” dedicate all’azione di mobility management scolastico rivolta a insegnanti e ragazzi delle scuole medie (11-14 anni) e destinata a diventare un punto di riferimento della mobilità scolastica del quartiere Oltresavio. Oltre a essere collocata lungo la via interessata dall’intervento infrastrutturale principale della pista ciclabile su Viale della Resistenza (progetto riqualificazione Via Emilia 2° stralcio), la ciclofficina è vicina al parcheggio scambiatore dell'Ippodromo, principale ingresso della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata Mondiale della bicicletta, gli studenti della scuola media celebrano il mezzo più sostenibile

CesenaToday è in caricamento