rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca

Giornata dei diritti delle persone con disabilità, Labruzzo: "Mettere al centro la persona". Dal Pnrr 1,4 milioni di euro per 2 progetti

“Quello della disabilità – commenta l’Assessora – è un tema davvero trasversale che impatta e che va accolto con cura da diversi punti di vista, dalla cultura al commercio"

Hanno ottenuto un finanziamento PNRR di oltre 1,4 milioni di euro e puntano alla piena autonomia delle persone disabili che vivono sul territorio dell’Unione dei Comuni Valle del Savio. In vista della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità del 3 dicembre, istituita nel 1992 dall’ONU, l’Assessora ai Servizi per la Persona e la Famiglia Carmelina Labruzzo fa il punto sul percorso avviato dai Servizi Sociali dell’Unione Valle Savio ricordando le iniziative che nei prossimi giorni contribuiranno a sensibilizzare sul tema del diritto universale a prendere parte attivamente ad ogni ambito della vita sociale contribuendo al superamento di ogni forma di esclusione.

“Quello della disabilità – commenta l’Assessora – è un tema davvero trasversale che impatta e che va accolto con cura da diversi punti di vista, dalla cultura al commercio. Le disabilità sono tante e si inseriscono in un campo vastissimo. Quella del 3 dicembre è una giornata che andrebbe ricordata tutti i giorni dal momento che l’attenzione rispetto alla disabilità deve essere continua. Chi vive in prima persona una disabilità, comprese le famiglie, ma anche gli operatori che lavorano nei centri, ha un’attenzione privilegiata ma c’è la necessità di creare tutti insieme una cultura dell’inclusione. Proprio in questo percorso si inseriscono i due progetti finanziati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, nell’ambito della Missione 5, che hanno un focus specifico e vogliono ampliare, all’intero territorio nazionale, le progettualità per la vita autonoma e per il ‘dopo di noi’ con attenzione particolare a tre aspetti. Si tratta del progetto di vita indipendente, autonomia abitativa e domotizzazione degli appartamenti, così come avvenuto a Mercato Saraceno, e di autonomia attraverso il lavoro. La necessità di servizi di questo tipo è stata più volte sottolineata dal territorio e dalle Associazioni del Terzo Settore: per questa ragione l’Unione Valle Savio ha deciso di presentare ben 2 progetti sulla medesima linea di finanziamento in cui la persona con disabilità viene messa al centro con il proprio progetto di vita, e di assumere educatori e psicologi che seguiranno da vicino i candidati a questi progetti”.

Inoltre, proprio per valorizzare e potenziare il legame e la collaborazione col territorio, l’Unione ha intrapreso un percorso partecipato di co-programmazione insieme agli Enti del Terzo Settore del Territorio, con lo scopo di meglio cogliere le istanze e definire i contenuti progettuali di dettaglio: il percorso, inaugurato con un Bando pubblico, ha visto il coinvolgimento di 11 associazioni che hanno partecipato attivamente portando la loro esperienza e collaborando alla definizione delle azioni progettuali. Le associazioni presenti sono state: Anffas, Acea, Associazione Adamantina, Cad, Cisa, Cils, Cvs, Enaip, Grd, Papa Giovanni XXIII e Techné.  Ad oggi sono 473 le persone con disabilità in carico ai Servizi Sociali, di cui 140 minori. Ben 300 invece gli studenti con disabilità.

Tra gli appuntamenti

Venerdì 2 dicembre, alle ore 18, a Welldone (Piazza della Libertà) nell’ambito di “Venerlibri”, rassegna curata dal Comune e dalla Cooperativa Cils, Guido Marangoni presenterà “Universi di-versi” (2022, Sperling&Kupfer). La solitudine, quella scelta e non imposta, ha un potere straordinario: lavora per sottrazione, riesce a raccontare ciò che non è, che non c'è più e che forse davi per scontato. Dopotutto, ha a che fare con gli altri più di quanto immaginiamo. E Guido lo sa bene. Per il giorno del suo cinquantesimo compleanno, ha deciso di regalarsi un weekend da solo tra le montagne per meditare su mezzo secolo di vita vissuta. Il freddo, la paura, i pensieri, la stellata mozzafiato che lo porterà all’alba del giorno più lungo dell'anno gli offriranno numerosi spunti per raccontare incontri meravigliosi e diversità che ci rendono unici, per riscoprire molte domande e per trovare pochissime risposte. 

Sabato 3 dicembre invece Anffas, in collaborazione con Marbreblond, propone il “Kid’s drive-in” alla Fattoria dell’ospitalità (via Maccanone, 335), un pomeriggio di divertimento, inclusione e beneficenza. Gli iscritti potranno partecipare al turno delle 14,30/15,30, oppure delle 16/17 o delle 17,30/18,30. obbligatoria la prenotazione al 3387661548. L’iniziativa è presentata in collaborazione con Cils, Cisa e Polisportiva Anffas Cesena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata dei diritti delle persone con disabilità, Labruzzo: "Mettere al centro la persona". Dal Pnrr 1,4 milioni di euro per 2 progetti

CesenaToday è in caricamento