rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Disabilità, Cesena abbatte le barriere anche non architettoniche: un corteo si snoderà per le vie del centro

L'assessora Labruzzo: "I finanziamenti del Pnrr ci consentono di rafforzare i percorsi avviati nel corso di questi anni rispetto ai bisogni emersi anche in piena pandemia"

Abbattere le barriere, non solo architettoniche ma soprattutto culturali e sociali, favorendo una piena integrazione. In vista della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, che annualmente si celebra il 3 dicembre, la Comunità Papa Giovanni XXIII, in collaborazione con il Comune e con le altre realtà del Terzo settore che operano con persone con disabilità, invita la comunità a ritrovarsi in un unico evento che si terrà giovedì 17 novembre. Si tratta di un corteo che, coinvolgendo cittadini, le realtà del territorio e gli studenti di diverse scuole primarie di primo grado e secondarie di Cesena (scuole elementari 3° Circolo “Carducci”, 3° Circolo “Saffi”, 2° Circolo “Moretti”, 2° Circolo “Alighieri”  e scuole superiori IPS “Versari/Macrelli” e Liceo scientifico “Righi”), si muoverà nelle vie principali del centro città con lo scopo di promuovere e sostenere il diritto della persona con disabilità ad essere protagonista della storia e della società.

“Questo evento – commenta l’Assessora ai Servizi per la Persona e la Famiglia Carmelina Labruzzo – sottolinea l’urgenza di soffermarci su tematiche di comunità che riguardano l’intero territorio chiamando in causa le famiglie e le Istituzioni. Oltre a soffermarci sull’accessibilità della nostra città, quest’anno la giornata dei diritti delle persone con disabilità ci offre la possibilità di condividere le diverse tappe del lavoro pluriennale svolto dai Servizi Sociali dell’Unione dei Comuni Valle del Savio con lo scopo di rispondere ai bisogni emersi negli ultimi tempi a e avviare percorsi di autonomia e di reinserimento sociale per persone con disabilità. Nell’ambito delle progettazioni finanziate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), l’Unione ha infatti selezionato due figure professionali, uno psicologo e un educatore, con funzione di sostegno per le persone disabili in età lavorativa inserite all’interno degli appartamenti messi a disposizione dal Comune di Cesena e dall’Unione. L’educatore e lo psicologo vivranno a stretto contatto con gli utenti accompagnandoli nella quotidianità, facilitando la convivenza e la stessa ricerca di un’occupazione che garantirà a ciascuno una vera e propria autonomia, oltre che un benessere relazionale e sociale”. Ad oggi sono 473 i cittadini adulti con disabilità presi in carico dai Servizi Sociali, 140 minori, 300 gli studenti con disabilità per cui viene attivata assistenza scolastica con insegnanti di sostegno ed educatori professionali (dalla scuola dell’infanzia alle secondarie di secondo grado).

I progetti relativi ai percorsi di autonomia per persone con disabilità sono due e hanno ottenuto rispettivamente un finanziamento di 715 mila euro dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. 

La manifestazione prevede una marcia che attraverserà il centro della città e che, nei suoi luoghi più significativi (da Piazza della Libertà passando dal Duomo fino a Piazza del Popolo), intende incontrare la cittadinanza e le autorità istituzionali, e spingere così la società civile alla riflessione su tematiche inerenti alla disabilità.  Il tema di quest’anno è “Io valgo tra resilienza e libertà” e sarà affrontato tramite testimonianze, azioni artistiche durante il corteo, un Flash-mob proposto dagli studenti delle scuole, e un Flash-mob proposto dai Centri diurno del territorio. L’appuntamento è alle ore 10 in piazza della Libertà. In caso di maltempo l’evento sarà posticipato a venerdì 18 novembre. Alla manifestazione prenderà parte anche il facilitatore PNRR Disabili Yuri Prezzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabilità, Cesena abbatte le barriere anche non architettoniche: un corteo si snoderà per le vie del centro

CesenaToday è in caricamento