menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gatteo si accende per il Natale: scritte luminose dedicate a Romagna Mia e nuovi allestimenti led

Nel paese d’origine di Secondo Casadei, la frazione di Sant’Angelo, sono state installate le scritte luminose dedicate all’inno della nostra terra: Romagna Mia

Domenica 6 dicembre Gatteo ha dato il via alle feste natalizie con l’accensione delle luminarie in tutte le frazioni. Tante le novità di quest’anno, anche in vista dell’anniversario del cinquantesimo della morte del maestro del liscio romagnolo, Secondo Casadei, le cui celebrazioni prenderanno avvio nel 2021. Nel paese d’origine di Secondo Casadei, la frazione di Sant’Angelo, sono state installate le scritte luminose dedicate all’inno della nostra terra: Romagna Mia. Le parole dell’amata canzone si sviluppano lungo un tratto della Via Allende, partendo proprio dalla casa Natale del Maestro. Inoltre a Gatteo Mare, patria natale di Romagna Mia nell’omonima piazza, è stato valorizzato il cippo in memoria di Secondo Casadei con una cornice di luci led come sfondo.

Ma tutti i principali luoghi di interesse e vie del territorio comunale sono stati illuminati con temi natalizi. A Gatteo sono stati valorizzati la sede del Municipio, il Centro Culturale Antonelli e l’oratorio di San Rocco oltre a Piazza Vesi, Via Garibaldi e ad un tratto di Via San Rocco e Giovanni XXIII. A Sant’Angelo oltre alla Via Allende è stata potenziata l’illuminazione natalizia di Piazza Fracassi. Confermate a Fiumicino le luminarie lungo la Via Fiumicino. A Gatteo Mare sono state decorate le Vie Matteotti e Gramsci, oltre a Piazza Romagna Mia e, in collaborazione con il Comune di Cesenatico, Viale delle Nazioni.

Punte di diamante degli allestimenti natalizi rimangono sicuramente i tre grandi alberi di ferro e luci a led, con decine di fili e una miriade di piccoli punti luce a intermittenza, presenti in Piazza Vesi a Gatteo, in Piazza Fracassi a Sant’Angelo ed in Piazza della Libertà a Gatteo Mare: una scelta che l’Amministrazione porta avanti da anni nel rispetto dell’ambiente senza rinunciare alla magia delle luci natalizie.
Purtroppo l’emergenza sanitaria non ha consentito lo svolgimento della tradizionale festa che storicamente partendo da Sant'Angelo dà il via alle celebrazioni. Tuttavia per celebrare la magia dell’accensione delle luminarie natalizie, Sindaco e Assessori si sono recati in tutti le frazioni al momento dell’accensione dei nuovi addobbi natalizi.

Grazie all’Associazione Uniti per Gatteo, con la collaborazione del Centro Ricreativo Giulio Cesare di Gatteo Mare e dell’associazione Telemaco oltre al contributo del Comune, è stato confermato a Gatteo Mare il tradizionale presepe di Piazza della Libertà. Il titolo di quest’anno è “Tra meraviglia e stupore”; la composizione artistica è curata dall’artista Fiorenzo Montalti costruttore e realizzatore, coadiuvato dal maestro Marco Fantini. I personaggi sono costruiti in legno con una particolare tecnica di assi di legno riciclato e sovrapposto su più livelli, ispirato ai disegni del celeberrimo artista appena scomparso Tinin Mantegazza.Anche a Gatteo è stato confermato il tradizionale percorso di presepi lungo le vie del paese a cura dei volontari della Ligaza e dell'Istituto don Ghinelli.
Commenta il Sindaco Gianluca Vincenzi: "Quest’anno come Amministrazione abbiamo deciso di potenziare le luminarie natalizie per regalare un momento di gioia e serenità al termine di un anno complesso e difficile. Purtroppo non sarà possibile organizzare feste o celebrazioni che prevedano l'afflusso di pubblico, per il doveroso rispetto delle norme legate al contenimento dell’emergenza sanitaria, quindi gli addobbi natalizi saranno l’unico modo che abbiamo per celebrare questo momento di festa con la speranza e l’auspicio che presto sia possibile tornare a festeggiare insieme. Con l'installazione luminosa di Sant'Angelo dedicata a Romagna mia e la valorizzazione del cippo commemorativo in Piazza Romagna Mia a Gatteo Mare abbiamo inoltre avviato le celebrazioni per il cinquantesimo dalla morte di Secondo Casadei, che cadrà nel 2021. Questi due appuntamenti costituiscono solo l’inizio di un ricco programma di celebrazioni che verranno promosse nel corso del prossimo anno. Come Amministrazione abbiamo deciso di essere fisicamente presenti in tutte le frazioni per dare il via alle feste di Natale e accendere le luminarie natalizie, ci è sembrato un bel modo per far sentire viva la nostra vicinanza ed il nostro affetto nei confronti della nostra Comunità e per compensare l’impossibilità di organizzare la storica manifestazione di Sant’Angelo che da anni dà il Via alle celebrazioni del Natale nel nostro Comune".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento