Gatteo, nuova campagna informativa contro l’abbandono dei rifiuti

Il Comune di Gatteo lancia un’innovativa campagna informativa, al fine di sensibilizzare la cittadinanza sulle corrette norme di comportamento per il conferimento dei rifiuti e per porre un freno all’abbandono fuori dai cassonetti

Il Comune di Gatteo lancia un’innovativa campagna informativa, al fine di sensibilizzare la cittadinanza sulle corrette norme di comportamento per il conferimento dei rifiuti e per porre un freno all’abbandono fuori dai cassonetti. L’Assessore all’Ambiente Daniele Candoli illustra le motivazioni alla base della campagna informativa: «L’abbandono dei rifiuti in questi ultimi tempi ha visto una forte escalation e dal momento che questa pratica ha forti ripercussioni sul territorio e sulla nostra società, abbiamo ritenuto doveroso intervenire con tutti i nostri mezzi".

"Vorrei, infatti, sottolineare che l’abbandono dei rifiuti costituisce un illecito punibile con una sanzione sino a 3mila euro, una pratica di degrado sociale del territorio, provoca un aumento dei costi per la rimozione di questi rifiuti ed infine deturpa il territorio. L’azione che abbiamo messo in campo – continua l’Assessore Candoli – è mirata su più fronti: innanzitutto abbiamo implementato le dotazioni del nostro Comune per il conferimento dei rifiuti, aumentando il numero dei cassonetti e delle isole ecologiche, istituendo il servizio di Eco-mobile ed impegnandoci per la creazione delle colonnine per lo smaltimento degli oli alimentari usati. Successivamente abbiamo attivato diversi progetti formativi quali l’evento Puliamo il Mondo e M’illumino di Meno con Caterpillar; sulla scorta della fase formativa abbiamo elaborato questa campagna. Oltre a tutto ciò il Comune di Gatteo ha concluso una convenzione con l’associazione Nazionale delle Giubbe Veri per promuovere un costante monitoraggio del territorio e per sanzionare i trasgressori.»

La campagna informativa è stata diretta e coordinata dal Consigliere Comunale alle Pubbliche Relazioni Deniel Casadei che illustra gli elementi che la caratterizzano: «l’idea alla base di questa campagna informativa è che informando e coinvolgendo attivamente la cittadinanza possiamo debellare la piaga sociale degli abbandoni di rifiuti. Grazie alla preziosa collaborazione dello studio grafico Manzi e Zanotti di Cesena e di Michele Manzi in particolare, i quali ci hanno offerto la loro professionalità gratuitamente, abbiamo potuto realizzare un progetto informativo dinamico, semplice e diretto; a loro va il nostro più sincero ringraziamento, perché fa sempre piacere vedere quante siano le persone disposte ad impegnarsi in prima persona per migliorare l’ambiente. Questa campagna si forma su tre elementi: volantini informativi casa per casa che spiegano cosa il Comune ha fatto e cosa intende fare in futuro per risolvere il problema degli abbandoni, come si devono conferire in modo corretto i rifiuti ed infine cosa fare se si assiste a fenomeni di abbandono. Altro elemento della campagna informativa è costituito da manifesti che saranno affissi sulle plance comunali con slogan forti e diretti".

"Ultimo elemento sarà la predisposizione di cartelli contenenti le informazioni essenziali e l’indicazione che abbandonare i rifiuti è un illecito, in corrispondenza delle isole ecologiche e dei punti che maggiormente vengono presi di mira da chi abbandona i rifiuti. L’informazione, tuttavia, – aggiunge il Consigliere Casadei – non finisce certo qui, ma riguarderà anche gli strumenti informatici, quali le pagine Facebook ed il sito internet del Comune di Gatteo, inoltre su ogni volantino e manifesto sarà riportato un codice a barre che permetterà di collegarsi direttamente al “rifiutologo” di Hera».

Conclude la presentazione e tira le somme di quanto è stato fatto il Sindaco di Gatteo Gianluca Vincenzi: "Ancora una volta abbiamo dimostrato che l’impegno della nostra Amministrazione verso le tematiche ambientali di reale importanza è forte e costante. Il degrado prodotto dagli abbandoni di rifiuti, lo possiamo vincere solo lavorando tutti insieme con buonsenso: Comune, ente gestore dei rifiuti e cittadini. È fondamentale il contributo della cittadinanza, che deve segnalare i fenomeni di abbandono a cui assiste, perché solo cogliendo in flagranza i responsabili è possibile sanzionarli. Gatteo non può più tollerare che alcune zone del suo territorio vengano usate come un cassonetto a cielo aperto, proprio per questo motivo ci siamo impegnati fortemente su questa campagna informativa e sull’individuazione di chi potesse monitorare il territorio. Abbiamo creduto molto nel coinvolgimento delle scuole del nostro Comune, perché siamo sempre stati mossi dalla convinzione che per debellare questo problema, si debba intervenire fin dalle generazioni più giovani, insegnando loro i corretti comportamenti da tenere, in modo da formare adulti consapevoli. Quest’anno per la prima volta Puliamo il Mondo di Legambiente è stato, con grandissimo successo, esteso anche alle scuole medie e sicuramente nei prossimi anni lavoreremo sempre più per implementare progetti di questo tipo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ad oggi siamo l’unico Comune del nostro comprensorio ad aver lanciato una campagna informativa così estesa e diffusa, in grado di coinvolgere l’intera cittadinanza, ma ritengo essenziale che anche i Comuni della nuova Unione Rubicone e Mare facciano altrettanto e mi appello al loro senso di responsabilità, affinché portino avanti iniziative simili. L’impegno della nostra Amministrazione – conclude il Sindaco Vincenzi – non finisce certo oggi, nuove ed importanti sfide si presenteranno il prossimo anno con il nuovo bando europeo che dovrà identificare il nuovo gestore dei rifiuti del comprensorio cesenate (15 comuni): a riguardo ho firmato, insieme agli altri sindaci, un protocollo d’intesa affinché la nuova gestione permetta di addivenire alla raccolta dei rifiuti mista: organico ed indifferenziato porta a porta ed il resto dei rifiuti nei cassonetti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento