Gatteo, infiltrazioni d'acqua nella media Pascoli: "Serviranno 200mila euro"

"I lavori necessari sono complessi e costosi, serviranno almeno 200mila euro - chiarisce l'assessore ai Lavori Pubblici -. Lintervento consisterà infatti nel completo rifacimento del tetto in tutta la parte interessata da queste infiltrazioni"

Il sindaco di Gatteo Gianluca Vincenzi e l’assessore Daniele Candoli intervengono sull’annosa problematica di infiltrazioni di acqua alla scuola media Pascoli di Gatteo. "I lavori necessari sono complessi e costosi, serviranno almeno 200mila euro – chiarisce l’assessore ai Lavori Pubblici -. Lintervento consisterà infatti nel completo rifacimento del tetto in tutta la parte interessata da queste infiltrazioni. E' l’unica strada percorribile per risolvere il problema in modo definitivo. Cercheremo di iniziare i lavori nel più breve tempo possibile minimizzando il disagio per gli studenti».

Aggiunge il sindaco Vincenzi: "da sempre abbiamo concentrato il nostro impegno verso le scuole, per garantire luoghi sicuri e ospitali in cui i nostri figli possano frequentare serenamente le lezioni e certamente non ci siamo mai sottratti alla risoluzione dei problemi. Gli investimenti realizzati e quelli che vedranno la luce a breve ne sono la testimonianza. Il problema della scuola media Pascoli si trascina da tanti anni: sin dall’ultimazione dei lavori di ristrutturazione ed ampliamento realizzati più di 10 anni fa, si sono infatti subito manifestati gli stessi problemi che abbiamo oggi e nulla è stato fatto per porvi rimedio. La responsabilità è da individuare nella precedente amministrazione che non ha mai avuto come priorità quella di investire per migliorare l’ambiente che tanti giovani gatteesi frequentano quotidianamente. Noi abbiamo cercato di trovare una soluzione e abbiamo individuato le risorse e le modalità per intervenire".

Il sindaco spiega le ragioni che hanno ritardato l’intervento: "nel 2012 avevamo avviato le procedure per un finanziamento erogato dalla Regione e dal Provveditorato, destinato ad opere non strutturali per un importo di circa centomila euro, tuttavia il terremoto dell’Emilia ha bloccato l’iter burocratico intrapreso, in quanto il funzionario dedicato è stato dirottato ad affrontare le problematiche di agibilità degli edifici delle zone colpite da questo drammatico evento. Contestualmente il Comune sarebbe intervenuto con propri fondi per le opere strutturali necessarie alla completa risoluzione del problema. Passata l’emergenza l’iter è stato prontamente riavviato e sta seguendo il suo corso ordinario.» Conclude Vincenzi «vorrei solo sottolineare il mio rammarico nel constatare che qualche genitore, invece di rivolgersi direttamente al Comune per verificare i programmi dell’Amministrazione e le soluzioni proposte per risolvere le problematiche della Scuola Pascoli, ha preferito intervenire pubblicamente con modalità e toni che appartengono più alla sfera della polemica politica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

Torna su
CesenaToday è in caricamento