Gatteo, “In-dipendenza a scuola”: genitori e figli insieme per vivere serenamente l’adolescenza

Venerdì, dalle 21, il teatro Pagliughi di Gatteo ospiterà quindi l’evento conclusivo del percorso, che quest’anno ha ampliato il proprio raggio d’azione, al di fuori delle aule scolastiche, incontrando, in orario serale, anche i genitori alle prese con figli adolescenti.

Non solo circa ottanta ragazzi coinvolti ma anche i loro genitori: il 2015 è stato un anno di crescita per ““In-dipendenza a scuola”, il progetto del Comune di Gatteo per la prevenzione delle dipendenze in età adolescenziale, condotto nelle quattro classi terze della scuola media Pascoli dallo psicologo Marco Guccione. Venerdì, dalle 21, il teatro Pagliughi di Gatteo ospiterà quindi l’evento conclusivo del percorso, che quest’anno ha ampliato il proprio raggio d’azione, al di fuori delle aule scolastiche, incontrando, in orario serale, anche i genitori alle prese con figli adolescenti.

Lo scorso febbraio, infatti, “Genitori e adolescenza: un corso gratuito per accompagnare i più giovani nel difficile mestiere di crescere” ha permesso ai genitori di ricevere un sostegno “alla fatica del crescere”, con dieci incontri condotti dallo psicologo tra consigli e confronto, per migliorare la relazione con i propri figli e il loro benessere. “Obiettivo primario del percorso – spiega l’assessore alla Scuola Stefania Bolognesi – è la prevenzione delle dipendenze in età adolescenziale, spaziando dalla consapevolezza dei rischi al riconoscimento dei meccanismi, all’interno del “gruppo dei pari”, che portano i ragazzi ad avvicinarsi a sostanze pericolose. Da qui siamo partiti tre anni fa, e in breve l’iniziativa è diventata un punto di riferimento per le famiglie”

Durante la serata di venerdì, quindi, si alterneranno gli interventi e la proiezione dei video realizzati dai ragazzi coinvolti, che si sono cimentati nel dare una veste “visuale”, tra riprese e montaggio, alla necessità di stili di vita corretti e salutari, dopo i tre incontri realizzati in ciascuna classe. “In-dipendenza a scuola” è nato nel 2013 su iniziativa dell’assessorato alla Scuola, grazie alla collaborazione tra lo psicologo Marco Guccione e l’associazione Telemaco, partendo dalle analisi che raccontano quanto sia sempre più precoce l’avvicinamento dei ragazzi a sostanze stupefacenti e alcol. Da qui lo stimolo a creare un percorso in classe, utilizzando la creazione di un video come mezzo per far riflettere i ragazzi sulle dinamiche che portano a negare le proprie fragilità affidandosi al consumo di sostanze.

“Già dopo i primi incontri a scuola – prosegue l’assessore - abbiamo ricevuto richieste e sollecitazioni dai genitori, che ci hanno palesato i propri timori nel dover affrontare il delicato percorso di crescita dei figli in età adolescenziale. Per non lasciarli soli abbiamo pensato di estendere anche a loro il progetto, ampliando le tematiche e creando occasioni di incontro informali in cui si potessero esprimere dubbi e paure senza sentirsi giudicati. Sicuramente anche nelle iniziative che proporremo in futuro, continueremo a partire sempre da istanze e richieste che ci arrivano proprio, spontaneamente, dai membri della nostra comunità locale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento