rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca Gatteo

“La mia prima biblioteca” porta i libri nelle scuole di Gatteo

Sulla scia del progetto “La mia prima biblioteca” è nata anche una collaborazione con la scuola primaria di Gatteo Mare, la bibliotecaria si è recata in visita presso la scuola, qui i bambini hanno entusiasmo

Con la fine dell'anno scolastico anche la biblioteca comunale tira le somme degli intensi mesi di collaborazione con le scuole del territorio che hanno portato tanti bambini a conoscere la biblioteca, il lavoro del bibliotecario e ad utilizzare i servizi di prestito anche nelle frazioni più lontane di Sant’Angelo e Gatteo mare. E’ novità di quest’anno infatti il progetto voluto dall’Assessorato alla scuola “La mia prima biblioteca”, grazie al quale è stato proposto alle scuole dell’infanzia del territorio un servizio di prestito “a domicilio”, in collaborazione con la Cooperativa Formula Solidale di Forlì.

L’iniziativa ha permesso alle classi che hanno aderito di ricevere mensilmente la visita di un operatore della Cooperativa (che gestisce già alcuni servizi della biblioteca quali la catalogazione) che, dopo una breve lettura ad alta voce per avvicinare i bambini al libro, si è occupato di effettuare il prestito bibliotecario portando un assortimento di volumi della biblioteca scelti in base all’età dei bambini; i piccoli utenti hanno così potuto portare a casa i libri e leggerli con i loro genitori. Il progetto ha preso il via con la preventiva iscrizione di tutti i bambini alla biblioteca, resa possibile dalla collaborazione tra insegnanti e bibliotecaria, un piccolo regalo che accompagnerà i piccoli studenti per tutta la vita, permettendo loro di accedere ai servizi di tutto il polo bibliotecario romagnolo; dopo l’iscrizione le classi aderenti hanno visitato la biblioteca ed effettuato in tale occasione il primo prestito, rinnovato poi di mese in mese con titoli diversi grazie alle visite degli operatori bibliotecari a scuola.

L’iniziativa è stata molto apprezzata dai bambini, ai quali durante la visita – resa possibile dalla messa a disposizione da parte dell’Assessorato del trasporto gratuito per i bambini delle scuole di Sant’Angelo e Gatteo Mare – le bibliotecarie hanno spiegato in modo semplice quali attività si svolgono presso il Centro Culturale Antonelli che ospita la biblioteca, e quali servizi quest’ultima fornisce alle diverse fasce d’età, dai libri per i più piccoli alla sala studio per i ragazzi fino ai computer, alla consultazione dei quotidiani e delle riviste e così via. Ogni visita si è conclusa con una lettura ad alta voce all’interno nello spazio bimbi a cura del personale bibliotecario. Considerando anche il progetto “La biblioteca va a scuola”, ideato dalle insegnanti della scuola  Peter Pan che da anni collabora con la biblioteca e ha rappresentato un modello per l’iniziativa avviata quest’anno su tutto il territorio comunale, sono stati effettuati un totale di quasi 800 prestiti a più di 150 bambini di tre diverse scuole del territorio.
 
“Il progetto è nato con l’intento di far conoscere la biblioteca ai bambini e di conseguenza alle loro famiglie attraverso il canale privilegiato della scuola, con la quale si è creato uno scambio continuo e proficuo che ci auguriamo di continuare ad alimentare di anno in anno - dice l’assessore alla scuola Stefania Bolognesi -. Abbiamo cercato di trovare risorse per rendere possibile almeno una visita presso la biblioteca anche delle classi più lontane, perché nulla come l’esperienza di vedere con i propri occhi da dove vengono i libri che i bambini porteranno a casa, riesce a creare il legame tra la biblioteca e il bambino, i bimbi iniziano inoltre a capire il senso del rispetto dei beni comuni grazie al meccanismo del prestito: Ci gratifica molto vedere i bambini tornare il biblioteca accompagnati dai genitori grazie ad una loro specifica richiesta nata dalla visita scolastica”.  
 
Sulla scia del progetto “La mia prima biblioteca” è nata anche una collaborazione con la scuola primaria di Gatteo Mare, la bibliotecaria si è recata in visita presso la scuola, qui i bambini hanno entusiasmo. “Riuscire a portare il prestito a tutte le scuole e dare la possibilità a tutti i bambini di visitare almeno una volta la biblioteca sarebbe un grande regalo per tutti loro – dice Cristiana, che lavora in biblioteca ed ha seguito da vicino i progetti recandosi personalmente nelle scuole – da parte nostra la disponibilità è massima e se le insegnanti si dimostreranno collaborative come lo sono state in questo anno contiamo di riuscire a proseguire in questo percorso entusiasmante”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La mia prima biblioteca” porta i libri nelle scuole di Gatteo

CesenaToday è in caricamento