Gambettola, rifiuti: per il secondo anno consecutivo cala la Tari

Migliorano anche i dati della raccolta differenziata, nel 2018 la percentuale di raccolta differenziata si avvicina al 50%, contro il 46% dell’anno precedente

Il prossimo 27 febbraio, in occasione della seduta del Consiglio comunale, la giunta porterà in approvazione la riduzione del 3% della tassa rifiuti per l’anno 2019. Per il secondo anno consecutivo cala la tassa rifiuti, questa ulteriore riduzione infatti si aggiunge a quella deliberata lo scorso anno. “Nonostante aumentino le quantità di rifiuti prodotti - dichiarano il sindaco Roberto Sanulli e il vice sindaco Eugenio Battistini - l’azione di recupero dell’evasione e il contenimento dell’entità degli insoluti, ci ha permesso non solo di non aumentare le tariffe ma per il 2019 addirittura di diminuirle mediamente del 3%, con punte massime del 3,26%. Inoltre, va evidenziato che migliorano anche i dati della raccolta differenziata, nel 2018 la percentuale di raccolta differenziata si avvicina al 50%, contro il 46% dell’anno precedente”.

“In questi anni di mandato - continuano il sindaco e il vicesindaco - abbiamo costantemente monitorato la qualità del servizio e abbiamo cercato di contenere al minimo gli incrementi della tassa rifiuti. Gli effetti abbiamo cominciato a vederli con la gestione interna della tassa che, grazie al prezioso lavoro dell’ufficio tributi, ci ha permesso di recuperare quote di evasione e conseguentemente contenere i rincari. Infatti, negli ultimi cinque anni, a fronte di aumenti complessivamente richiesti da parte di Atersir del 18% siamo riusciti a contenerli entro il 6,5%".

"Riteniamo - concludono gli amministratori - che si possano creare le condizioni per rendere strutturale il contenimento dei costi del servizio rifiuti solo attraverso il gioco di squadra, dove è decisivo il ruolo di cittadini ed imprese. Serve la convinta collaborazione di tutti e assumere comportamenti virtuosi indirizzati alla riduzione delle quantità di rifiuti prodotti, a migliorare la raccolta differenziata utilizzando gli appositi contenitori e a contrastare l’incivile fenomeno degli abbandoni fuori dei cassonetti. Fenomeno che, nel corso del 2018, abbiamo ridotto del 25% attraverso la videosorveglianza, e che può e deve essere ulteriormente ridotto. E’ inconcepibile l’abbandono dei rifiuti che, non solo arreca danni ambientali e al decoro urbano, ma comporta maggiori costi nella gestione del servizio e che ritroviamo puntualmente presenti nelle bollette Tari che paghiamo tutti noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento