Gambettola, lotta al West Nile virus: larvicidi su quasi 4mila tombini e caditoie

A Gambettola la ditta incaricata interviene con appositi prodotti larvicidi ogni 15 giorni su quasi 4.000, fra tombini e caditoie stradali

Si intensifica la lotta al rischio di contagio derivante dal West Nile virus. Dopo l’ordinanza dello scorso 20 luglio, che richiede agli organizzatori di eventi che prevedono la presenza di persone in orario serale in aree verdi l’esecuzione di trattamenti adulticidi straordinari di lotta alla zanzare Culex, e rilevato che di recente nel territorio regionale e nella nostra provincia sono stati accertati casi umani di malattia neuroinvasiva da West Nile virus in questi giorni ho firmato due nuove ordinanze. 

La prima riguarda i proprietari e/o i gestori di attività agricole o comunque chi ha disponibilità di bacini per deposito d’acqua, specchi d’acqua per l’allevamento del pesce, aziende faunistiche venatorie, terreni o coltivazioni per la cui irrigazione si possa ricorrere alla tecnica della sommersione o scorrimento superficiale, maceri, valli o chiari di caccia. A tutti costoro è fatto obbligo di eseguire nelle zone allagate periodici interventi larvicidi utilizzando prodotti di sicura efficacia e di comunicare all’amministrazione comunale l’avvio delle operazioni di allagamento.

La seconda riguarda i soggetti gestori di ospedali, case di cura, Hospice, Cra, Rsa, case di riposo, comunità alloggio, case famiglia, centri diurni, centri sociali e altri luoghi di aggregazione di persone anziane con presenza di spazi verdi fruibili dagli utenti anche nelle ore serali. A costoro è fatto obbligo di effettuare interventi adulticidi contro le zanzare con cadenza settimanale fino al 30 settembre 2018, utilizzando prodotti a basso impatto ambientale secondo modalità indicate nelle linee guida regionali.

Le ordinanze specifiche si inseriscono in un quadro più ampio di interventi che, per quanto di competenza, il Comune ha già avviato da alcuni mesi e in queste ultime settimane ha intensificato. L’azione portata avanti dall’amministrazione, in collaborazione con la locale Ausl, tiene conto delle linee guida del piano regionale. A Gambettola la ditta incaricata interviene con appositi prodotti larvicidi ogni 15 giorni su quasi 4.000, fra tombini e caditoie stradali, e ogni 7 giorni sui fossati e canali che si trovano nella periferia del centro abitato.

Per riuscire a sviluppare un’efficace azione contro le zanzare è necessario che anche i privati proprietari di giardini e balconi si impegnino ad evitare ristagni di acqua in vasi e sottovasi nonché ogni altra situazione che può favorire la proliferazione delle larve. Per ulteriori informazioni è consigliabile consultare il sito del Comune (www.comune.gambettola.fc.it) oppure chiamare il n. telefonico 0547 45331.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento