Gambettola, la lotta contro l'abbandono dei rifiuti dà effetti. Stanati una quarantina di "zozzoni"

Le sanzioni per i trasgressori vanno da un minimo di 104 ad un massimo di 300 euro e che in particolari casi possono assumere carattere penale

Continua l’attività dell’amministrazione comunale per contrastare il malcostume dell’abbandono dei rifiuti fuori dai cassonetti. Nei giorni scorsi il sindaco Roberto Sanulli ha incontrato il comandante della Polizia municipale, i rappresentanti di Hera e le Guardie Ecologiche Volontarie (Gev) per verificare il lavoro svolto.

''Il progetto che abbiamo avviato nel corso del 2018 - dichiara Sanulli - ha dato esiti che giudico positivi, così abbiamo deciso di continuare l’azione intrapresa e di potenziarla. Nel 2018, rispetto all’anno precedente, sono diminuiti del 25,1% gli abbandoni dei rifiuti fuori dai cassonetti e sono diminuite significativamente anche le quantità e i volumi dei rifiuti abbandonati. Il sistema di sorveglianza che abbiamo installato sta dando concreti risultati. Le riprese effettuate, grazie alla preziosa collaborazione dei volontari Gev, ci hanno permesso di individuare una quarantina di trasgressori, ai quali è stata elevata la relativa sanzione''.

''Intendiamo prevenire e scoraggiare abitudini e atteggiamenti contrari alla convivenza civile - conclude Sanulli -. I risultati sono incoraggianti e dimostrano che si può porre un argine alla maleducazione, rimane comunque ancora tanto lavoro da fare e, soprattutto, serve la collaborazione dei cittadini per mettere al bando l’inciviltà e valorizzare, invece, il rispetto dell’ambiente e delle persone. Per parte nostra intensificheremo l’attività; abbiamo rinnovato la convenzione con le GEV per un biennio e quanto prima metteremo sotto osservazione nuove postazioni, dove ancora si verifica un significativo numero di abbandoni. Infine, rivolgo un sincero ringraziamento alla Polizia municipale, alle Guardie Ecologiche Volontarie e ad Hera per il puntuale lavoro che stanno svolgendo''.

Le sanzioni per i trasgressori vanno da un minimo di 104 ad un massimo di 300 euro e che in particolari casi possono assumere carattere penale. I rifiuti ingombranti si possono conferire gratuitamente portandoli all’isola ecologica di via Malbona, aperta nelle mattinate di lunedì, mercoledì e sabato e nei pomeriggi di venerdì e sabato. Inoltre, Hera garantisce un servizio gratuito a domicilio per il ritiro dei rifiuti voluminosi che si può attivare chiamando il numero verde 800.999.500.

Potrebbe interessarti

  • Il "metodo 333" per un guardaroba ordinato e completo di tutto

  • Pesciolini della carta: cosa sono e come liberarsene

  • Aspettare tre ore prima di fare il bagno dopo mangiato: tutta la verità

  • Assegno di maternità: cos'è e come richiederlo

I più letti della settimana

  • E' un'estate di sangue, nuova tragedia: centauro cesenate perde la vita

  • Nuova tragedia stradale: perde la vita uno studente 17enne

  • Salta la fila, urta una bimba e lo insulta. Scoppia la lite con ceffone

  • Incidente in un allevamento durante le operazioni pulizia: un morto

  • Auto travolge un corridore: è grave. Ferito identificato dopo l'appello sui social

  • Il Cesena e il Rotary piangono Maurizio Borghetti: l'imprenditore con la passione dei viaggi e del calcio

Torna su
CesenaToday è in caricamento