"Futuro incerto", le iniziative del Comune di Montiano per chi è in difficoltà

"Pensiamo che ognuno debba fare la sua parte, ognuno debba sentirsi parte attiva della comunità"

Come affronta l'emergenza legata al Covid-19 il Comune di Montiano? "La situazione che attraversa la nostra Nazione in questo periodo è inedita: non si sa bene come andrà avanti. Tutto sembra precario, nebuloso, incerto". spiega il sindaco Fabio Molari.

"Occorre un nuovo approccio tra noi esseri umani e con la natura. Due parole ci devono guidare: semplicità e rispetto. Oltre all’emergenza sanitaria in maniera prepotente si sta aggiungendo quella economica. Anche Montiano si scopre fragile, con tutta una serie di piccole attività che devono ripartire. Pensiamo che ognuno debba fare la sua parte, ognuno debba sentirsi parte attiva della comunità. Nonostante il nostro magro bilancio questa amministrazione si sta muovendo, mettendo in campo iniziative che hanno come fondamento la solidarietà, l’aiuto reciproco".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E’ andata esaurita la cifra di  10.527 euro messa a disposizione dal Governo per l’acquisto di generi alimentari; 40 famiglie ne hanno fatto richiesta. Un numero così alto di domande rende bene l’idea della difficoltà di questo momento. Il nostro Comune, in stretta collaborazione con gli altri comuni della Valle Savio, intende avviare tutta una serie di iniziative per contrastare questa emergenza economica. Ne citiamo alcune. Ridurre la tassa sui rifiuti per il corrente anno agli esercizi commerciali, con un occhio di riguardo a quelli che attualmente sono chiusi. Crediamo che anche la società Hera debba mandare segnali chiari in questo senso. Sarà cancellata qualsiasi tipo di retta scolastica per il periodo di chiusura delle nostre scuole dell’infanzia e primaria. Vogliamo destinare una parte dell’avanzo del nostro bilancio per andare incontro a chi è più in difficoltà. All’interno dell’Unione stiamo lavorando per avere fondi integrativi dallo Stato generale e dalla Regione. Per il corrente anno sarà cancellato il canone relativo all’occupazione di spazi pubblici. Contiamo inoltre, visto l’obbligo di distanziamento  che sarà stabilito, di mettere a disposizione di parte della Piazza per mettere tavoli e sedie per le nostre attività commerciali. E’ giunta dalla Regione Emilia Romagna alla nostra Unione la cifra di  115.000 euro per acquistare strumenti tecnologici da consegnare agli studenti per favorire la didattica a distanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • La loro passione diventa un'avventura dolcissima: due amiche aprono una biscotteria-pasticceria

  • Dopo l'influencer al Grande Fratello Vip una cesenate a Uomini e Donne: "Voglio conquistare il tronista"

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, "focolaio" nell'azienda di consegne, 12 lavoratori positivi al tampone

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento