Trasferta in Trentino per rubare uccelli selvatici: terzetto di romagnoli nei guai

A bordo della vettura è stato rinvenuto il materiale usato per la cattura dei tordi e mappe per orientarsi al meglio nella campagna trentina

Trasferta in Trentino per rubare animali selvatici. Un terzetto di romagnoli è stato arrestato dai Carabinieri di di Mezzolombardo dopo aver fatto incetta di tordi. La scoperta è avvenuta domenica sera nel corso di un normale controllo stradale. Gli uomini dell'Arma hanno infatti notato all'interno dell'auto fermata la presenza di un numeroso quantitativo di animali selvatici, nello specifico circa ottanta esemplari di “tordo bottaccio”. Nei guai sono finiti tre uomini tra i 60 ed i 65 anni residenti tra Cesena e Cervia, che lunedì mattina sono comparsi davanti al giudice nel tribunale di Trento per il processo per direttissima con l'accusa di furto aggravato. Gli uccelli sono stati affidati al centro di riabilitazione dell'avifauna del Casteller. A bordo della vettura è stato rinvenuto il materiale usato per la cattura dei tordi e mappe per orientarsi al meglio nella campagna trentina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura di San Valentino: giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno

  • Suicidio al liceo, troppa pressione a scuola? L'esperta: "Il risultato non è mai abbastanza"

  • Studente modello del Monti, era appena uscito da scuola: i contorni del dramma in stazione

  • Vuole pagare la macchina per il caffè 3 euro, sostituisce l'etichetta: il trucchetto finisce con la denuncia

  • Ha lottato contro il sarcoma di Ewing, addio a Steven Babbi. "Ha amato la vita fino all’ultimo istante"

  • Steven Babbi, fissati i funerali: le offerte destinate alla lotta contro i tumori

Torna su
CesenaToday è in caricamento