Rubava le scarpe di lusso e le vendeva: "dipendente infedele" stanato dai Carabinieri

Nella rete dei Carabinieri è finito un incensurato sammaurese di 20 anni, arrestato venerdì scorso con l'accusa di furto aggravato

Dal magazzino prendeva le scatole contenenti le scarpe di lusso e le vendeva fissando gli appuntamenti con gli acquirenti attraverso Whatsapp. Arrotondava così lo stipendio il dipendente di un'azienda del distretto calzaturiero di San Mauro Pascoli. Nella rete dei Carabinieri è finito un incensurato sammaurese di 20 anni, arrestato venerdì scorso con l'accusa di furto aggravato. L'attività rientra nell'ambito dei servizi di controllo a tutela delle attività commerciali e aziendali del territorio disposti dal capitano della Compagnia di Cesenatico, Flavio Annunziata.

Gli uomini dell'Arma hanno sorpreso il ventenne mentre avvicinava un automobilista. Con se aveva una busta della spesa. I detective, insospettiti dai movimenti, l'hanno avvicinato, trovandolo in possesso di una scatola all'interno della quale vi era un paio di scarpe dal valore commerciale di circa mille euro. I militari hanno avviato una rapida indagine: secondo quanto ricostruito, il giovane utilizzava Whatsapp per contattare i clienti e vendere i lussuosi capi calzari ad un valore inferiore a quello di mercato.

La perquisizione domiciliare ha permesso di recuperare tredici paia di scarpe dal valore di circa 13mila euro. I Carabinieri hanno fatto visita anche nell'abitazione dell'acquirente, un 24enne di Gatteo. In casa aveva tre paia di scarpe della stessa marca dal valore di circa 3mila euro. Il 20enne è stato quindi arrestato per furto aggravato. L'indomani il giudice ha convalidato l'arresto, liberandolo per il suo grado di incensuratezza. L'acquirente è stato invece denunciato a piede libero con l'accusa di ricettazione. Gli uomini dell'Arma proseguiranno nei controlli finalizzati a prevenire e reprimere i furti ai danni delle aziende del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Coronavirus, l'aggiornamento: 47 casi in Regione: a Rimini altri 2 contagi. Paziente partorisce bimbo non positivo

  • Psicosi da Coronavirus, supermercati presi d'assalto e file chilometriche alle casse

Torna su
CesenaToday è in caricamento