Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Cesenatico

Mandano in tilt le macchinette 'Bingo' per rubare soldi: presi dopo il furto

Entrambi dovranno rispondere dell'accusa di furto aggravato in concorso e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli

Bloccati mercoledì dai Carabinieri dopo aver messo a segno un colpo nella sala Bingo di Cesenatico. In manette sono finiti due romeni di 31 e 25 anni, quest'ultimo già noto alle forze dell'ordine per numerosi precedenti per furto, entrambi residenti a Padova. Entrambi dovranno rispondere dell'accusa di furto aggravato in concorso e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. Ad allertare i militari è stato il personale della sala, che avevano visto movimenti sospetti all’interno del loro esercizio pubblico.

I Carabinieri della Compagnia rivierasca hanno iniziato la caccia ai ladri, intercettandoli nei pressi della sala mentre salivano a bordo di una Mercedes Classe A. Li hanno inseguiti e bloccati nella vicina via Vasco de Balboa: il 25enne aveva 444 euro in banconote e monete. Nel portaoggetti anteriore della macchina sono stati rinvenuti attrezzi atti allo scasso (cacciaviti e palanchino in ferro), mentre nella scatola del cambio della vettura erano presenti due congegni elettronici appositamente predisposti per prelevare soldi dalle macchinette cambia soldi.

Gli apparecchi funzionano tramite un filo in rame che li collega al macchinario cambia soldi, e mediante un corto circuito manda in tilt la macchina per prelevare dalla stessa il denaro contante in essa contenuto. Dopo la perquisizione i due rumeni, inchiodati anche dalle telecamere della sala bingo che avevano immortalato il furto, sono stati tratti in arresto.

Giovedì si è celebrato il rito direttissimo, al termine del quale gli arresti sono stati convalidati. Il 31enne è stato condannato a 4 mesi di reclusione e 200 euro di multa, pena sospesa, e rimesso in libertà; il complice, con precedenti, era già stato arrestato pochi mesi fa per analoga vicenda, attualmente sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Padova. Condannato ad ootto di reclusione e 400 euro di multa, si trova ora in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandano in tilt le macchinette 'Bingo' per rubare soldi: presi dopo il furto
CesenaToday è in caricamento