menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Libri antichi rubati alla Biblioteca Malatestiana, denunciata una dipendente

Grande è stata la sorpresa quando gli agenti della Polizia di Stato sono entrati nella sua abitazione: all'interno, sparsi un po' ovunque hanno ritrovato una bella mole di libri

Nel corso del tempo si è portata a casa circa 150 pezzi tra libri e dvd della Biblioteca Malatestiana. Grande è stata la sorpresa quando gli agenti della Polizia di Stato sono entrati nella sua abitazione: all’interno, sparsi un po’ ovunque, dagli scaffali della libreria al garage, hanno ritrovato una bella mole di libri che in teoria dovevano trovarsi custoditi alla Malatestiana, tra questi anche una ventina di libri antichi, datati fine ‘700 e ‘800, uno dei quali firmato da Gaspare Finali, e appartenente al fondo donato dal letterato cesenate del Risorgimento.

E’ scattata la denuncia di furto aggravato nei confronti di una dipendente della Biblioteca. I poliziotti del Commissariato, guidati dal dirigente Michele Pascarella, erano sulle sue tracce dopo che, nel corso dell’inverno, erano stati segnalati alcuni furti all’interno della biblioteca, in particolare la borsa di un’utente e un ipod di proprietà della Biblioteca stessa. Gli agenti dell’Anticrimine, diretti dall’ispettore Paolo Di Masi, hanno quindi iniziato un’attività di accertamento nella massima discrezione, cercando di isolare le persone presenti al momento dei furti. Da quest’attività i poliziotti sono giunti a bussare alle porte della dipendente, incensurata e residente a Cesena.

All’interno, oltre all’Ipod ricercato sono spuntati  circa 150 pezzi, ancora muniti di fascetta di riconoscimento della biblioteca: una quarantina di dvd, un centinaio di libri per bambini e non (dai fumetti alle lezioni d’inglese, ai grandi classici della narrativa), ma anche una ventina di pezzi più antichi e delicati, come edizioni di oltre un secolo e mezzo di vita dei Promessi Sposi, della Divina Commedia, un’edizione in miniatura di “Miranda” di Fogazzaro, diverse opere minori di Dante Alighieri. Il valore di questi ultimi libri è ancora da valutare, ma a rendere il tutto più grave è stato il fatto che tali libri sarebbero stati sottratti dal patrimonio collettivo della conoscenza. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Casa

Come eliminare l'odore del fumo in casa? Ecco tutti i segreti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento