Ladri al bar della Secante, è l'undicesima volta. I gestori: "Siamo esasperati"

Un furto ogni sei mesi, i ladri possono anche questo: mettere in ginocchio un attività commerciale con una dozzina di furti consecutivi. Dopo il colpo avvenuto domenica scorsa, con la colonnina self service forzata e svaligiata durante Cesena-Juventus, ecco un nuovo furto

Un furto ogni sei mesi, i ladri possono anche questo: mettere in ginocchio un attività commerciale con una dozzina di furti consecutivi. Dopo il colpo avvenuto domenica scorsa, con la colonnina self service forzata e svaligiata dai malviventi mentre si giocava a poca distanza Cesena-Juventus (e quindi tutte le forze dell'ordine concentrate sull'ordine pubblico per la partita), il distributore Eni della Secante, che si trova nella carreggiata nord poco prima dell'uscita per lo stadio è finito nuovamente nel mirino dei malintenzionati.

IL FURTO. Intorno alle 23,30 della notte tra martedì e mercoledì tre malviventi hanno derubato il bar della stazione di servizio. Dopo aver parcheggiato la macchina in via dei Canarelli, hanno scavalcato la recinzione posteriore dell'area di servizio e hanno forzato una porta posteriore. Quindi una volta dentro, hanno divelto altre due porte chiuse e giunti al bar hanno rubato il fondo cassa e alcune stecche di sigarette, per un valore modesto del bottino di circa mille euro. Un colpo fulmineo, come sono entrati sono usciti e quindi sono fuggiti nella sera.

TESTIMONI INDIFFERENTI. Mentre avveniva il furto, ben ripreso dalle telecamere di videosorveglianza erano presenti nell'area delle pompe di benzina tre persone ferme a fare benzina, il tutto mentre “ululava” l'allarme e dentro il bar, che non ha saracinesca, si muovevano sinistre le torce dei ladri. E' possibile che, nel trambusto generale della Secante nessuno abbia dato importanza a questi indizi, ma il dato è emblematico di criminali che non si fanno scrupoli ad agire anche con terze persone che possono disturbare o chiamare le forze dell'ordine.

UNDICESIMO COLPO. E' l'ennesimo furto avvenuto l'Eni della Secante: il primo avvenne la notte tra il 14-15 maggio del 2009, il decimo risale alla notte tra il 13-14 agosto 2014. E questo senza considerare l'episodio di domenica scorsa, avvenuto nella medesima area di servizio ma ai danni di un'altra società dal momento che il bar ha una gestione autonoma. Gli altri furti sono sempre avvenuti attraverso spaccate delle vetrate del bar con il piccone, questa volta hanno forzato le inferriate della porta posteriore e altre due porte che erano chiuse a chiave.

AMAREZZA. Amaro il giudizio dei gestori: “Siamo davvero esasperati, non abbiamo né slot machine e né gratta e vinci, ma solo sigarette: neanche questo è deterrente per non vederci ogni volta derubati. Lavoriamo duramente: ci svegliamo tutte le mattine alle 5 per aprire la mattina presto e chiudiamo la sera alle 19. Chiediamo anche ai cittadini che, come avvistano qualcosa di strano, di avvertire le forze dell'ordine. La polizia fa quel che può, gira di notte, ma tanto basta attendere il passaggio della pattuglia per agire indisturbati. Evidentemente questi malviventi sono diventati troppi: la causa può essere solo la vita facile che possono fare vivendo di furti, ma la vita è tutt'altro...”. Ed infine: “Tanti clienti affezionati ci avvisano se vedono qualcosa di strano, nell'estate del 2013 un cittadino che passava in moto nella corsia opposta sventò un furto al self service perché vide i malviventi agire col flessibile e gli urlò dietro. Dobbiamo ancora ringraziare questa persona e colgo l'occasione per farlo qui”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

Torna su
CesenaToday è in caricamento