rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Savignano sul Rubicone

"Shopping" a scrocco con dispositivo antitaccheggio: stanati dalla Polizia Autostradale

Nella "Punto" sono stati rinvenuti articoli presi da negozi di elettronica ed anche da un sexy shop per un valore di circa mille euro di cui i due non sapevano indicare la provenienza

Sono stati trovati con un dispositivo per eludere i controlli anti-taccheggio. Nel mirino degli agenti della Polizia Autostradale di Forlì sono finiti un romeno di 33 anni, residente a Rimini, ed un altro connazionale di 36 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio. L'episodio si è consumato martedì scorso nell'area di servizio Rubicone, direzione Rimini. Tutto ha avuto inizio quando gli agenti hanno notato al volante di una "Fiat Punto" un romeno di 33 anni, che lanciava sguardi d'intensa al connazionale che stava uscendo dall'autogrill con aria sospetta.

I due sono stati subito fermati: Quello che usciva dal bar aveva nelle tasche del giubbotto bevande non pagate ed un dispositivo elettronico denominato jammer in grado di eludere i controlli antitaccheggio. Nella "Punto" sono stati rinvenuti articoli presi da negozi di elettronica ed anche da un sexy shop per un valore di circa mille euro di cui i due non sapevano indicare la provenienza. Alcuni oggetti avevano ancora il dispositivo antitaccheggio.

Entrambi sono stati denunciati per ricettazione, mentre il materiale posto sotto sequestro. In particolare il 36enne, privo di documenti, era anche denunciato per furto e possesso di strumenti atti allo scasso. Dalla successiva identificazione risultava che costui aveva decine di volte fornito nomi falsi alle forze di polizia di mezza Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Shopping" a scrocco con dispositivo antitaccheggio: stanati dalla Polizia Autostradale

CesenaToday è in caricamento