menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presi col "kit del ladro perfetto": denunciati e avviati al rimpatrio immediato

Bloccati mentre stavano preparando l'assalto, probabilmente l'ennesimo, ai danni di case o negozi. Tuttavia il loro fare sospetto ha colpito l'occhio allenato dei poliziotti di pattuglia nella volante, che li hanno bloccati e perquisiti. Sono stati denunciati in stato di libertà di due cittadini georgiani

Bloccati mentre stavano preparando l’assalto, probabilmente l’ennesimo, ai danni di case o negozi. Tuttavia il loro fare sospetto ha colpito l’occhio allenato dei poliziotti di pattuglia nella volante, che li hanno bloccati e perquisiti. Sono stati denunciati in stato di libertà di due cittadini georgiani di anni 26  e  27 anni, ritenuti responsabili del delitto di possesso di oggetti atti allo scasso, oltre che della violazione delle norme sul soggiorno degli stranieri. Non solo: per loro è scattata la procedura di espulsione immediata e sono stati condotti in un centro per l'identificazione e il rimpatrio.
 

Nell’ambito dei servizi di prevenzione predisposti dal Commissariato di Polizia di Cesena, finalizzati a fronteggiare il fenomeno delinquenziale dei reati contro il patrimonio, gli uomini della volante, nella giornata di martedì, intorno alle 11, hanno rintracciato due cittadini georgiani, in Italia senza fissa dimora, pluripregiudicati per reati contro il patrimonio (furti in abitazione in particolare) ed irregolari sul territorio nazionale. Erano in una zona residenziale di Cesena, nei pressi di viale Cattaneo, zona densamente abitata e con numerosi insediamenti commerciali.

In particolare il personale di volante si è insospettito notando i due soggetti che a piedi si guardavano attorno con fare circospetto, pertanto ha proceduto al loro controllo. I due georgiani alla vista degli operatori hanno tentato di dileguarsi e darsi alla fuga, ma, grazie alla prontezza degli operatori, sono stati prontamente fermati e sottoposti a controllo (erano in possesso solo di patenti straniere). Tuttavia, nella banca dati sono emersi a carico di entrambi svariati precedenti penali, molti dei quali specifici per reati contro il patrimonio e soprattutto per furti in abitazione.
 

La maggiore sorpresa dalla perquisizione personale: è emerso che uno dei due aveva nella tasca posteriore dei pantaloni, dentro una piccola custodia in cuoio, alcuni grimaldelli e chiavi alterate atte allo scasso, artigianalmente costruiti, verosimilmente utilizzati per forzare le serrature delle abitazioni. Il secondo invece è stato trovato in possesso di una carta di credito che presentava chiari ed evidenti scalfitture sulla superficie in senso trasversale quindi chiaramente utilizzata per l’apertura di porte delle abitazioni nei casi in cui non siano assicurate con la doppia mandata. Si tratta di un vero e proprio kit che permette di aprire ogni tipo di porta, di solito questi furti vengono realizzati la mattina mentre gli occupanti delle case sono fuori per fare la spesa o per lavoro.

I due non hanno fornito neanche valide motivazione della loro presenza in Italia e a Cesena. In ogni caso i due malviventi che oltre ad essere irregolari sul territorio nazionale, non risultano avere alcuna occupazione lavorativa. La loro azione, probabilmente di preparazione di un furto, è quindi stata prevenuta dall’attività della Polizia. Proprio per la pericolosità dei personaggi si è riusciti a dar corso anche alla procedura di espulsione immediata dal territorio nazionale a carico dei georgiani.

Nella foto: gli attrezzi sequestrati dalla polizia

Visualizzazione di DSC_0288-1.jpg

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento