menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I ladri mettono a ferro e a fuoco i negozi cesenati: 5 colpi in una serata

Ad essere bersagliati in serie sono stati due negozi di via Quinto Bucci, un'area di grandi superfici commerciali già razziata alcuni mesi fa

E' stata una serata in cui i ladri hanno messo a ferro e a fuoco le attività commerciali cesenati. Non hanno agito nel cuore della notte, ma intorno alle 23. Ad essere bersagliati in serie sono stati due negozi di via Quinto Bucci, un'area di grandi superfici commerciali anche all'ingrosso che si trova nella zona di via Ravennate, per altro non nuova a “spaccate” e incursioni notturne.

I ladri hanno colpito martedì sera con due “spaccate” alle vetrine delle porte. Due furti in serie, ai danni di “Biemme Ricambi” e al negozio di macchine per cucire “Righi”, adiacenti tra loro. In entrambi i casi è scattato l'allarme collegato alla centrale della sorveglianza privata. Una macchina di quest'ultima è giunta in pochi istanti, bloccando così l'azione dei malviventi, che sono scappati portando via un magro bottino di denaro contante costituito dal fondocassa. Sempre in via Bucci, negli scorsi mesi di novembre-dicembre, bande di malviventi attaccarono le casseforti di altri due esercizi commerciali.

Purtroppo non è stato l'unico furto della serata. Visto la serie ravvicinata di colpi, dislocati tra le 23 e l'una di notte, le forze dell'ordine ritengono che si sia trattata di un'unica banda. Infatti i ladri hanno colpito anche nel bar del distributore Tamoil di via Cervese in zona Calabrina intorno all'una di notte: penetrati anche lì spaccando la vetrata di una porta, in questo caso hanno asportato tabacchi per circa duemila euro, alcune bottiglie di alcolici e un fondo cassa di poche centinaia di euro.

Colpiti anche due mercatoni di cinesi: a Torre del Moro, al “Dada store” di via Romea, e all'Ecomercatone in via Giordano Bruno in zona Sant'Egidio. Nell'ultimo caso, dopo essere entrati infrangendo il vetro, hanno puntato alla cassa, seminando danni agli arredi che si frapponevano nel loro percorso. La refurtiva ammonta a circa 300 euro, mentre i danni assommano ad alcune migliaia di euro. Sono in corso le indagini di Polizia e Carabinieri. Altre "spaccate" sono state segnale nel corso della mattinata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento